L'osso pelvico (os sokae) come un osso intero è presente negli adulti (Fig. 1.45). Fino all'età di 14-16 anni, questo osso è costituito da tre ossa separate collegate dalla cartilagine: l'ileo, pubico e sciatico. I corpi di queste ossa sulla loro superficie esterna formano l'acetabolo, che è la fossa glenoidea per la testa del femore (Fig. 1.46, 1.47).

L'ileo (os ilitizu) è costituito da due sezioni: la sezione ispessita inferiore - il corpo dell'ileo, partecipa alla formazione dell'acetabolo; parte superiore, sezione espansa: l'ala dell'ileo è un'ampia piastra curva, assottigliata al centro.

Tabella 1.8 Articolazioni dell'arto superiore

Nome comuneSuperfici articolariTipo di giuntoAsce di movimentoMovimenti articolari
Articolazione sternoclavicolareSuperficie articolare toracica della clavicola, tacca clavicolare dello sterno (esiste un disco intra-articolare)Piatto, complessoMultiaxialSollevamento e abbassamento della clavicola, movimento in avanti e indietro della clavicola, movimento circolare della clavicola
Articolazione acromioclavicolareLa superficie articolare dell'acromion, la superficie articolare acromale delle clavicole "PiattoMultiaxialSollevamento e abbassamento della clavicola movimento della clavicola avanti e indietro rotazione della clavicola
Articolazione della spallaLa testa dell'omero, la cavità glenoidea della scapola (ha un labbro articolare)GlobulareMultiaxialFlessione ed estensione del braccio, abduzione a livello orizzontale, adduzione, rotazione verso l'esterno e verso l'interno, movimento circolare
Articolazione del gomitoComplicato--
Articolazione della spallaBlocco dell'omero, blocco dell'ulnaBlocky (elicoidale)Uniassiale (frontale)Flessione ed estensione dell'avambraccio
Articolazione della spallaTesta del condilo dell'omero, fossa glenoidea della testa radialeGlobulareMultiaxialRotazione del raggio (avambraccio) attorno all'asse longitudinale, flessione, estensione dell'avambraccio
prossimaleCirconferenza articolare del raggio, tacca radiale dell'ulnaCilindricoUniassiale (longitudinale)Rotazione della pronazione del raggio (avambraccio e mano), sutinazione
Articolazione radioulnare distaleCirconferenza articolare dell'ulna, tacca ulnare del raggioCilindricoUniassiale (longitudinale)Anche
Articolazione del polsoSuperficie articolare carpale del raggio, superfici prossimali della prima fila di ossa del polso, scafoide, lunare, triangolareEllittico, complesso complessoBiassiale (sagittale, frontale)Adduzione e rapimento, flessione ed estensione della mano

Articolazione del midcarpSuperfici articolari della prima e seconda fila delle ossa del polso (tranne pisiformi)Blocky, complexUniassiale (frontale)Flessione ed estensione della mano
Articolazioni carpometacarpaliSuperfici articolari della seconda fila delle ossa del polso e le basi delle ossa metacarpali II-VPiattoMultiaxialSedentario
Articolazione carpometacarpale del polliceLe superfici articolari dell'osso trapezio e la base di 1 osso metacarpaleSellaBiassiale (frontale, sagittale)Flessione ed estensione del pollice, abduzione e adduzione del pollice (opposizione al dito V)
Articolazioni intercarpaliLe superfici articolari rivolte verso le ossa del polsoPiattoMultiaxialSedentario
Articolazioni metacarpo-falangeeLe superfici articolari delle teste delle ossa metacarpali e le basi delle falangi prossimaliellitticoBiassiale (frontale, sagittale)Flessione ed estensione, rapimento e adduzione delle dita
Articolazioni interfalangeeLe superfici articolari delle teste e delle basi delle articolazioni nell'asse delle falangiblockyUniassiale (frontale)Flessione ed estensione delle falangi

L'osso pubico (os pubis) ha una parte espansa - un corpo e due rami. Il corpo forma l'acetabolo anteriore. Da esso, il ramo superiore dell'osso pubico è diretto in avanti, portando l'elevazione ilio-pubica, situata lungo la linea di fusione dell'osso pubico con l'ileo. Nel punto in cui il ramo superiore passa in quello inferiore, nella regione del bordo mediale c'è una superficie sinfisale ovale, che serve a connettersi con l'osso pubico del lato opposto.

L'ischio (os ischii) ha un corpo ispessito, che completa il fondo dell'acetabolo e passa nel ramo dell'ischio.

Il femore (femore) è l'osso tubolare più grande e più lungo del corpo umano (Fig. 1.48). Come tutte le ossa tubolari lunghe, ha un corpo e due estremità; all'estremità prossimale superiore si trova la testa del femore da collegare all'osso pelvico.

La rotula (rotula) è un grande osso sesamoide racchiuso nel tendine del muscolo femorale del quadricipite. La rotula è appiattita anteroposteriormente. Allocare la base della rotula, rivolta verso l'alto, e la parte superiore della rotula rivolta verso il basso (Fig. 1.48).

Figura. 1.45. Osso pelvico. Superficie interna. 1 cresta iliaca; 2-ala dell'ileo (fossa iliaca); Linea a 3 bordi (linea arcuata); Superficie a 4 orecchie; Tuberosità 5 iliaca; Colonna iliaca posteriore 6-superiore; Colonna iliaca posteriore 7-inferiore; Tacca ischiatica di 8 dimensioni; Colonna vertebrale 9 ischiatica; Tacca ischiatica che abbaia 10 piccoli; 11-corpo dell'ischio; Tubercolo grigio-surplus 12; 13-ramo dell'ischio; Ramo inferiore 14 dell'osso pubico; 15 fori di bloccaggio; Superficie 16-sinfisiale; Cresta 17-pubica; 18 colonna iliaca anteriore inferiore; Dorso iliaco anteriore superiore 19.

Figura. 1.46. Scheletro del bacino maschile. Vista frontale. 1 base del sacro; Processo articolare 2-superiore del sacro; Articolazione 3-coscia-iliaca; 4-febene dell'ileo; 5-ala dell'ileo; Colonna iliaca anteriore superiore 6; Colonna vertebrale iliaca anteriore 7 inferiore; Linea a 8 bordi; Cavità 9-acetabolare; Osso pubico del 10 febbraio; Buco 11-dietro-andifice; Tubercolo 12-pubico; 13-angolo subpubico; Ramo inferiore 14 dell'osso pubico; 15 rami dell'ischio; 16 tubercolo ischiatico; 17 corpi dell'ischio; Dorso a 18 facce; Ramo superiore 19 dell'osso pubico; 20 corpi dell'ileo; 21-anteriore (gas) superficie del sacro.

Figura. 1.47. Lo scheletro del bacino maschile. Vista posteriore. 1-posteriore (dorsale) superficie del sacro; Processo articolare 2-superiore del sacro; 3 cresta iliaca; Dorso iliaco posteriore superiore 4; 5-ala dell'ileo; Colonna iliaca posteriore inferiore 6; 7 corpi dell'ileo; Osso 8-pubico; 9 corpi dell'ischio; 10 fori di bloccaggio; Tubercolo 11-sciatico; 12 rami dell'ischio; 13-coccige; 14-colonna vertebrale ischiatica; 15 tacca ischiatica grande; Forame sacrale 16-dor-sebaceo.

Figura. 1.48. Femore. A - superficie frontale; B - superficie posteriore; B - rotula. A: 1-spiedino grande; 2 fossa trocanterica; 3 teste del femore; 4 collo del femore; Linea 5 intertrocanterica; 6 piccoli sputi; 7 corpi del femore; Epicondilo 8 mediale; Condilo 9-mediale; Superficie a 10 rotule; I condilo laterale; Epicondilo a 12 lati. B: 1a fossa della testa del femore; 2 teste del femore; 3 collo del femore; 4 spiedini di grandi dimensioni; Tuberosità di 5 glutei; Labbro a 6 lati della linea ruvida; 7 corpi del femore; Superficie 8-poplitea; Epicondilo a 9 laterali; Condilo a 10 laterali; Fossa 11-intermuscolare; Condilo 12-mediale; Epicardio 13 mediale; Tubercolo a 14 adduttori; Labbro 15-mediale della linea ruvida; Linea a 16 pettini; 17 piccoli sputi; 18 pettine intertrocanterico. NEL; 1 base della rotula; Superficie a 2 frontali. 3-top della rotula.

La parte inferiore della gamba (crus) è composta da due ossa: la tibia mediale e il perone laterale. Entrambi appartengono alle ossa lunghe. Le estremità delle ossa sono ispessite e sopportano le superfici per connettersi con il femore in alto (tibia) e con le ossa del piede in basso. Tra le ossa si trova lo spazio interosseo della parte inferiore della gamba.

La tibia (tibiae) è al secondo posto nello scheletro umano ed è lo stinco più spesso. Il corpo della tibia è triangolare (Fig. 1.49). Il bordo anteriore è il più acuto, si sente facilmente attraverso la pelle, si ispessisce nella parte superiore e forma una tuberosità della tibia.

Il perone (perone) è molto più sottile della tibia e ha quasi la stessa lunghezza con esso (Fig. 1.49). Il corpo del perone è triangolare, un po 'attorcigliato lungo il suo asse longitudinale, nella parte superiore è leggermente curvo nella direzione mediale.

Le ossa del tarso (ossa tarsi) comprendono una rete di ossa spongiose disposte su due file (Fig. 1.50, 1.51). La fila prossimale (posteriore) è costituita da due grandi ossa: talus e calcagno; le altre cinque ossa del tarso formano una fila distale (anteriore): scafoide, a forma di cuneo (interno, intermedio ed esterno), cuboide.

Le ossa metatarsali (ossa metatarsi) sono cinque ossa tubolari lunghe corte (Fig. 1.50, 1.51). Il più corto e grosso è l'osso metatarso, il più lungo è II. Come nelle ossa metacarpali, si distinguono il corpo dell'osso metatarso, la testa e la base. I corpi delle ossa del metatarso sono di forma prismatica con un rigonfiamento rivolto verso la parte posteriore. Le basi sono dotate di superfici articolari per l'articolazione con le ossa del tarso.

Figura. 1.49. Tibia e fibula. Vista frontale. I-testa del perone; Condilo 2-laterale della tibia; Eminenza 3-intermuscolare; Topolino 4 mediale; 5-tuberosità della tibia; Margine 6-interosseo; Superficie 7 laterale; Margine 8 anteriore; superficie 9 mediale; Superficie 10-articolare della caviglia; Malleolo 11-mediale; Malleolo 12-laterale (fibula); 13- superficie articolare della caviglia (laterale); 14 corpi del perone; Bordo 15-mediale (interosseo); Superficie 16 mediale, margine 17 anteriore; 18 bordo laterale; Superficie laterale 19.

Le ossa delle dita (falangi) (falangi) del piede differiscono dalle ossa delle dita della mano per le loro dimensioni: sono molto più corte. Le dita dei piedi, oltre che sulla mano, hanno una falange prossimale, media e distale. L'eccezione è il pollice (io dito), il cui scheletro è costituito da due falangi: le falangi prossimale e distale sono ossa tubolari. Distingua tra il corpo, la testa, la base della falange e due estremità (Fig. 1.50, 1.51).

Le articolazioni dell'arto inferiore sono presentate nella tabella 1.9..

Figura. 1.50. Ossa del piede. Vista dall'alto Falangi 1-distali (unghia); Falangi a 2 prossimali; Falangi medio-3; 4 ossa metatarsali; 5-buffiness dell'osso metatarsale V; Osso 6-cuboide; 7-astragalo; Superficie del malleolo a 8 lati; Osso 9 tallone; Processo a 10 lati del soffio di calcagno; 11-tubercolo del calcagno; Processo a 12 posteriori dell'astragalo; 13 blocchi di talus; 14-support of the talus, 15-neck of the talus; Osso 16-navicolare; Sfenoide 17-laterale; Sfenoide 18-intermedio; Sfenoide 19-mediale; 20-SESA-mooid.

Figura. 1.51. Ossa del piede. Vista dal basso. Ossa A del tarso, ossa G del metatarso, ossa B delle dita dei piedi (falangi). 1-falangi; Ossa a 2 sesamoidi; 3 ossa metatarsali; 4-tuberosità dell'osso metatarsale; Sfenoide 5 laterale; Sfenoide 6-intermedio; Sfenoide 7-mediale; 8-tuberosità dell'osso metatarsale V; 9-groove del tendine del peroneo lungo; Osso 10 navicolare; 11 osso cuboide; 12 teste dell'astragalo; 13-supporto del talus; Osso 14 tallone; 15 tubercoli del calcagno.

Tabella 1.4 Articolazioni degli arti inferiori

Nome comuneSuperfici articolariTipo di giuntoAsce di movimentoMovimenti articolari
Articolazione sacro-iliacaSuperfici auricolari dell'ileo e dell'osso sacroPiattoMultiaxialNessun movimento
Articolazione dell'ancaSuperficie semi-lunare dell'acetabolo dell'osso pelvico (ha il labbro acetabolare), la testa del femoreSferico (a forma di scodella)MultiaxialFlessione ed estensione, rapimento e adduzione, rotazione interna ed esterna, movimento circolare della coscia
Articolazione del ginocchioCondili e superficie rotulea della coscia, superficie superiore della tibia, superficie articolare della rotula (ha un menisco mediale e laterale)Condilare, complesso, complessoBiassiale (frontale, verticale)Flessione ed estensione della parte inferiore della gamba, rotazione (con la posizione semi-piegata della parte inferiore della gamba)
Articolazione tibiofibolareLa superficie articolare peroneale è più grande della tibia, la superficie articolare della testa del peronePiattoMultiaxialSedentario
Sindesmosi tibiofibolarePeroneale nella tacca della tibia, superficie articolare del malleolo laterale del peroneConnessione continua-Sedentario
Articolazione subtalareSuperficie articolare calcaneare posteriore dell'astragalo, superficie articolare dell'astragalo posteriore del calcagnoCilindrico, combinatoUniassiale (sagittale)Nelle articolazioni intermetatarsali, i movimenti sono più spesso combinati: rotazione del calcagno insieme allo scafoide e all'estremità anteriore dei tavoli attorno all'asse sagittale obliquo.

Quando il piede ruota verso l'interno (pronazione), il bordo laterale del tavolo si alza, quando viene ruotato verso l'esterno (supinazione), la mediale
Articolazione talocalcaneonavicolareScafoide, superficie articolare calcaneare anteriore e media dell'astragalo, superficie articolare dell'astragalo anteriore e media del calcagno, superficie articolare posteriore dello scafoideComplesso sferico, combinatoMultiaxialAnche
Articolazione tallone-cuboideSuperficie articolare cuboide del calcagno, superficie articolare posteriore dell'osso cuboideSellaBiassiale (sagittale, frontale)Leggera rotazione attorno all'asse sagittale (anteroposteriore)
Articolazione cuneo-navicolareSuperfici articolari posteriori di tre ossa sfenoidali, superficie articolare anteriore dello scafoidePiattoMultiaxialSedentario
Articolazioni tarsometatarsaliSuperfici anteriori di tre ossa sfenoide e cuboide, basi di cinque ossa metatarsali (forma tre articolazioni anatomicamente isolate)PiattoMultiaxialSedentario
Articolazioni intermetatarsaliLe superfici frontali delle ossa del metatarsoPiattoMultiaxialSedentario
Articolazioni falangee del metatarsoTestate metatarso, base delle prime falangiellitticoBiassiale (frontale, sagittale)Flessione, estensione, adduzione, rapimento delle dita
Articolazioni interfalangee del piedeTeste e basi delle falangi adiacentiblockyUniassiale (frontale)Flessione, estensione delle falangi

domande di prova

1. Quali organi appartengono al sistema muscolo-scheletrico?

2. Quali formazioni sono chiamate scheletro duro, scheletro morbido?

3. Quali sono i criteri principali per la classificazione delle ossa?

4. Cosa garantisce la resistenza ossea (proprietà meccaniche)?

5. Come viene costruito l'osteon?

6. Quali fasi del loro sviluppo attraversano le ossa dello scheletro?

7. Elencare i modi di formazione ossea.

8. Quali parti sono isolate dalla vertebra?

9. Qual è la differenza tra le vertebre cervicali I e II rispetto al resto delle vertebre?

10. Quali sono le caratteristiche distintive delle vertebre cervicali, toraciche, lombari, dell'osso sacro.

11. Quante ossa e quali sono incluse nel cranio cerebrale? A quali ossa adiacenti si connette ogni osso?

12. Quante ossa e quali sono incluse nel cranio facciale? A quali ossa adiacenti si connette ogni osso?

13. Quali sono i tipi di articolazioni ossee? Dai le loro caratteristiche.

14. Quali sono le articolazioni sinoviali delle ossa?

15. Spiegare la classificazione anatomica e biomeccanica delle articolazioni.

16. Cosa sono le sindesmosi? Come sono costruiti? Dare esempi.

17. Che cos'è una borsa di studio? Il suo significato e posizione

18. Dai un nome alle cuciture tra le ossa del cranio. Quali segni li contraddistinguono?

19. Quali sono i sincondrosi alla base del cranio?

20. Dicci come il cranio si collega alla colonna vertebrale.

21. Elenca le curve della colonna vertebrale. A quale età e per quale motivo compaiono?

22. Come vengono costruiti i giunti che collegano le nervature alle vertebre? Quali movimenti sono possibili in queste articolazioni?

23. Quali sono le forme e le dimensioni del torace.

24. In quali sezioni è suddiviso lo scheletro degli arti superiori? La struttura e le caratteristiche della connessione dello scheletro degli arti superiori.

25. In quali sezioni è suddiviso lo scheletro degli arti inferiori? La struttura e le caratteristiche della connessione dello scheletro degli arti inferiori.

26. Descrivere le anomalie scheletriche.

Data aggiunta: 2014-01-05; Visualizzazioni: 3790; Violazione del copyright? ;

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | Non

La capacità di muoversi autonomamente è forse la cosa più preziosa per la salute umana. Dipende dalle prestazioni degli arti inferiori per quanto tempo una persona vivrà una vita piena, senza affidarsi a cure esterne e cure 24 ore su 24.

Inutile dire che, in questo caso, lo stato delle articolazioni degli arti inferiori raggiunge il primo livello.

Allo stesso tempo, qualsiasi articolazione è un modo molto complesso di collegare le ossa umane, che funzionano come cerniere e forniscono non solo la capacità di muoversi e assumere varie posture e muoversi nello spazio, ma anche ammortizzatori quando si cammina, si corre e si colpisce.

Inoltre, ogni articolazione viene fornita con un numero enorme di elementi ausiliari: legamenti, cartilagine, fluidi, muscoli. Senza di essi, è impossibile scivolare dolcemente e fissare con forza qualsiasi osso nel corpo umano..

Le articolazioni degli arti sono generalmente suddivise in sezioni inferiore e superiore, ed è conveniente presentarle in una tabella speciale degli arti..

Le articolazioni degli arti inferiori nella tabella includono:

  • articolazione sacro-iliaca;
  • sinfisi pubica;
  • articolazione dell'anca;
  • ginocchio;
  • caviglia;
  • articolazioni del piede;

Tavolo articolazioni degli arti inferiori

Le articolazioni degli arti inferiori, gli esperti si dividono in due zone:

  • immobile, include l'articolazione dell'anca
  • e gratuito, include tutto sotto la coscia, fino alle dita dei piedi, ognuno dei quali è dotato di proprie articolazioni - falangi.

Anche una persona comune capisce che le articolazioni dell'area mobile sono molto diverse per dimensioni e funzionalità, perché è abbastanza difficile confrontare l'anca con il mignolo.

Tuttavia, ogni parte di questo meccanismo ampio e molto complesso mira a una cosa: la capacità di assumere una posizione verticale stabile, di muoversi e muoversi in generale, garantendo un'esistenza confortevole.

A proposito, ogni articolazione mobile ha una parte fissa e un cerchio lungo il quale può muoversi. Quest'ultimo è assente solo nell'articolazione dell'anca immobile.

Per comodità, i medici hanno sviluppato una speciale tabella funzionale degli arti.

comuneancaginocchio-cavigliapiede
Il moduloSotto forma di una palla o sferabloccatobloccatoHa molti tipi
Composizione osseaDue ossa diverse collegate ad una superficieInclude articolazioni femorale-ginocchio e femorale-tibialeInclude talus, caviglia, fibula inferioreMolte ossa collegate tra loro
Responsabile del movimentoFlette, si piega, fa movimenti circolari, rotazione.Flette, si piega, ruota in alcuni angoliFlette, non si piegaRotazione
funzioniFornisce una postura eretta e sostiene il corpo da sedutoSi blocca saldamente in posizione eretta e ottiene un'immensa mobilità quando è sedutoTiene e fissa il piedeSupporta e trattiene il piede
Caratteristiche dell'anatomiaNon trovatoCi sono molte cartilagini, legamenti, borse e patellaHa un alto grado di mobilitàHa un grado difficile di circolazione del sangue

Le articolazioni delle ossa degli arti inferiori nella tabella sono un modo semplice e abbastanza semplice per comprendere la funzionalità della sezione inferiore..

Avendo compreso la propria anatomia, è abbastanza facile determinare la causa della malattia e, soprattutto, prevenirne l'insorgenza comprendendo la funzione di ciascuna articolazione. Dopotutto, se sei consapevole di cosa aspettarti da ciascuna delle tue articolazioni e conosci le loro debolezze, allora la probabilità che inizi una malattia grave è praticamente ridotta a zero..

L'articolazione dell'anca comprende ischium, ilio e ossa pubiche.

  • Sono tutti accoppiati e strettamente collegati tra loro..
  • La densità della connessione è generalmente chiamata sinfisi..

L'articolazione dell'anca, come abbiamo già scoperto sopra, è immobile. Tuttavia, ci sono eccezioni..

L'articolazione dell'anca è diversa in diversi sessi.

  • Nelle donne, le ossa pubiche sono più elastiche e possono perdere la loro immobilità mentre si separano alla nascita. Questo perché l'osso femminile in questa zona è più sottile e più spesso negli uomini.
  • Ma l'angolo di articolazione per il sesso più forte non supera i 75 gradi e per le donne può raggiungere i 100 gradi.

Tutte queste differenze nell'anatomia di uomini e donne sono mirate solo alla capacità della donna di sopportare e dare alla luce un bambino senza danni alla sua salute..

Caratteristiche della struttura dell'articolazione sacroiliaca

L'articolazione sacroiliaca, come suggerisce il nome, è la parte ossea di collegamento.

Questo risultato è ottenuto grazie alla sua struttura unica..

  • L'osso non cavitario è costituito da piccoli ciuffi ed è un eccellente ammortizzatore. Questi sono i composti più forti in tutto il corpo umano. La parte schiacciante è coperta di cartilagine, un numero abbastanza grande di vene convergono nella stessa area.
  • Nonostante la forza dell'osso, la cartilagine viene rapidamente distrutta, per questo motivo, questa parte delle articolazioni degli arti inferiori è spesso soggetta a osteocondrosi e altre malattie infiammatorie..

Inoltre, l'articolazione sacroiliaca è collegata da molti legamenti al resto delle ossa, compreso il bacino.

Nonostante le sue piccole dimensioni, questa zona dell'articolazione dell'anca è un'articolazione a tutti gli effetti.

Tuttavia, la sua funzione principale non è quella di garantire la mobilità delle ossa, ma di ripararle e aiutare il lavoro di altre articolazioni. Oltre alle caratteristiche fisiologiche, la forza di questa articolazione è fornita da un supporto aggiuntivo sotto forma di cartilagine, legamenti e vene..

La struttura della sinfisi pubica

Come accennato in precedenza, la sinfisi è una connessione fissa di ossa. La sinfisi pubica si trova tra le fibre e la cartilagine dei dischi pubici.

La funzione principale di questo osso è di fornire l'immobilità.

  • Pertanto, il problema principale è la violazione della sua integrità.
  • Al fine di limitarne la mobilità, è generosamente circondato da legamenti e altre articolazioni cartilaginee..

La struttura della sinfisi pubica differisce in modo significativo negli uomini e nelle donne..

  • E sono le donne che affrontano più spesso problemi di immobilità della sinfisi, specialmente durante la gravidanza, e molto spesso ciò si verifica all'inizio del parto e alla fine del periodo.
  • Ciò è dovuto alla pressione del feto direttamente sull'osso pubico. A causa dell'allungamento della sinfisi, si verifica la cosiddetta "andatura delle anatre", che appare spesso nelle donne in gravidanza.

La sinfisi pubica si trova direttamente a livello del pube e collega le ossa laterali dell'articolazione dell'anca.

  • Nonostante il fatto che deve essere immobile, la natura ha previsto che in determinati periodi della sua vita debba ancora cambiare posizione. Altrimenti, il bacino non sarebbe costituito da due ossa identiche, ma una intera.
  • Di solito, anche durante la gravidanza, lo spostamento in questa area non supera i cinque millimetri..

La struttura dell'articolazione dell'anca

Non per niente la tavola degli arti inizia con questo tipo di articolazione. Dopotutto, l'anatomia delle articolazioni degli arti inferiori è tale che gli arti inferiori iniziano con questo apparato complesso e funzionale.

È generalmente accettato che l'articolazione dell'anca sia la più potente non solo tra le articolazioni degli arti inferiori, ma anche in tutto il corpo umano..

Nonostante sia immobile, è con il suo aiuto che una persona cammina, si piega e si siede.

  • Le ossa di quest'area sono coinvolte nel 40 percento di tutti i movimenti che una persona fa. Le ossa di questa articolazione sono costituite dalla testa del femore e dall'acetabolo, in cui è inserito l'osso precedente..
  • La cavità ricorda una mezzaluna nella sua struttura. Entrambe le ossa sono generosamente coperte di cartilagine su tutta la superficie per una maggiore presa.

Ginocchio umano. Principi strutturali

Nell'anatomia delle articolazioni degli arti inferiori - il ginocchio è la seconda articolazione più grande.

  • Collega tre ossa: femore, tibia e rotula. Tutto ciò rende la rotula e l'intera articolazione nel suo insieme, un apparato complesso e multifunzionale. Un luogo in cui si incontrano un gran numero di terminazioni nervose, legamenti e cartilagini.
  • Inoltre, è il ginocchio che è l'ammortizzatore principale quando si cammina e si corre. È estremamente importante che tutte le parti di questa articolazione siano coperte in modo sicuro con cartilagine e strati inter-articolari, altrimenti qualsiasi movimento porterà dolore insopportabile. È in questa zona che le articolazioni cartilaginee si consumano più rapidamente a causa dell'elevato carico..

La cosa migliore da fare per mantenere la salute delle ginocchia è non esporle a ulteriore stress, non fare movimenti improvvisi e fornire un'assicurazione aggiuntiva durante gli sport attivi.

Lividi, lesioni a menischi, legamenti, lussazioni, fratture, danni alla cartilagine: tutto ciò può accadere al ginocchio.

Caratteristiche della struttura dell'articolazione della caviglia

Ci sono anche tre ossa nell'articolazione della caviglia: tibia, fibula e talus.

  • Queste ossa sono collegate in modo abbastanza elastico, il loro scorrimento regolare assicura la presenza di liquido nelle articolazioni.
  • Allo stesso tempo, la forza di questa articolazione delle estremità inferiori è fornita da due potenti legamenti, la cui usura si verifica molto più tardi rispetto alla regione del ginocchio o del gomito. È per questo che questa parte degli arti inferiori non è praticamente suscettibile alle malattie ossee sotto forma di artrite, artrosi o osteocondrosi..

Tuttavia, è proprio questa ipermobilità che spesso porta a tutti i tipi di lesioni. Molto spesso si tratta di una distorsione di muscoli e legamenti dovuta a un salto, un livido, a camminare su pietre o gradini errati..

Molti hanno familiarità con il dolore in quest'area con un passo o una caduta senza successo. Molto spesso fa senza una frattura, ma lo stretching è troppo frequente un compagno di questa articolazione.

Oltre a collegare le ossa, la funzione di questa articolazione è quella di distribuire peso al piede. La caviglia di solito non supera i 7-8 centimetri in diagonale. Questo è piuttosto piccolo, se prendiamo il peso relativo di un adulto a 60-80 chilogrammi. Cioè, l'articolazione è sotto stress colossale costante..

La caviglia è una delle poche articolazioni del corpo umano che può praticamente ruotare attorno al proprio asse. In genere, l'angolo di rotazione può raggiungere i 60-90 gradi.

Le interruzioni del suo lavoro possono portare a:

  • eccesso di peso (perché aumentare un carico già pesante?),
  • ipotermia (e le gambe sono spesso costrette a stare al freddo),
  • piedi piatti (alterata circolazione sanguigna e nutrizione),
  • indossare costantemente scarpe scomode.

Una toelettatura regolare e un semplice esercizio fisico possono mantenere l'area sana per gli anni a venire..

Anatomia della struttura del piede umano

Nel piede non ci sono solo un numero enorme di punti attivi, ma anche molte articolazioni e ossa sono collegate.

Ci sono flussi di sangue e legamenti. Ecco perché il piede è un apparato complesso e poliedrico, il cui lavoro garantisce il funzionamento del resto delle articolazioni della sezione inferiore, poiché la funzione principale del piede è la distribuzione del peso e l'assorbimento del peso quando si cammina..

L'osteocondrosi di questo tipo di articolazione si verifica abbastanza spesso.

  • Ciò è dovuto al fatto che esiste un numero enorme di ossa, piccole articolazioni e che i loro legamenti sono piuttosto deboli e fragili e si consumano rapidamente..
  • Inoltre, la malattia di un osso si diffonde a un altro e può interessare vaste aree.

Tutti i tipi di ossa sono avvolti nel liquido articolare e sono, come se, in speciali capsule sigillate. Grazie a questa fisiologia, il piede è abbastanza mobile e offre la possibilità di muoversi su qualsiasi terreno..

Una persona può praticamente aggrapparsi al piede a causa del fatto che ha le dita e il piede stesso può piegarsi (anche se leggermente) in qualsiasi angolo. Ecco perché possiamo camminare anche se la superficie non è perfettamente liscia..

Il piede umano è costituito dai seguenti tipi di articolazioni:

  • intermetatarsale;
  • tarso-metatarsale;
  • metatarso;
  • interfalangea;
  • metatarsofalangea;

Il pericolo sta anche nel fatto che il danno anche a una sola delle ossa può portare a processi infiammatori in quelli che si trovano nelle immediate vicinanze. Ciò aumenta il rischio di sviluppare osteocondrosi..

Al fine di garantire la salute di questa parte del tuo corpo, devi controllare il tuo peso, indossare comode scarpe ortopediche ed evitare di indossare a lungo tacchi e altre scarpe alla moda. Ai piedi non piace l'ipotermia e camminano a piedi nudi sulla sabbia, ciottoli lisci e massaggi.

Articolazioni della parte inferiore della gamba

Nonostante una certa somiglianza con le articolazioni dell'avambraccio, le articolazioni della parte inferiore della gamba presentano alcune differenze, poiché sono progettate per una posizione eretta del corpo e dei movimenti, il che significa che hanno un carico molto maggiore e hanno bisogno di elementi di fissaggio più durevoli.

L'articolazione del ginocchio è avvolta dall'esterno con tessuto cartilagineo e con uno strato abbastanza spesso.

I giunti sono giunti complessi che funzionano secondo il principio della cerniera. Consentono a una persona di muoversi normalmente, eseguire qualsiasi azione con gli arti e assorbire gli impatti. C'è una tabella delle articolazioni degli arti superiori e inferiori. Gli arti inferiori comprendono le articolazioni della cintura degli arti inferiori e le articolazioni dell'arto inferiore libero:

Un ruolo importante nell'intero sistema muscolo-scheletrico è svolto dalle articolazioni delle ossa della gamba inferiore. Gli arti umani sono abbastanza sensibili allo sviluppo di varie malattie. Per proteggerti dall'aspetto della malattia e comprendere correttamente la causa del sintomo doloroso, devi conoscere l'anatomia degli arti inferiori.

Articolazione sacro-iliaca

Questo apparato si trova alla giunzione del sacro e del tessuto osseo iliaco. All'incrocio c'è uno strato di fibra di cartilagine. Questo posto è spesso affetto da osteocondrosi. Il tessuto cartilagineo è abbastanza debole da poter essere semplicemente distrutto. A causa del danno, non solo il tessuto cartilagineo soffre, ma anche fasci fibrosi, legamenti sacroiliaci del viso e articolazioni. L'apparato sacrale è piuttosto inattivo. Tendini e fibre sono posizionati sulla faccia delle articolazioni.

Anche la parte posteriore dell'apparato articolare è coperta da legamenti. Le articolazioni interossee si trovano dietro la capsula articolare e nel mezzo dei tessuti ossei, rafforzandole. I legamenti sacroiliaci posteriori occupano molto spazio e si trovano sul processo sacrale laterale o si uniscono alle vertebre sacrali.
L'osso pelvico è attaccato a questo apparato attraverso forti legamenti che assicurano il normale funzionamento della capsula articolare. È attaccato per mezzo del legamento sacro-tuberoso, che collega il sacro, il coccige e il tubercolo sciatico.

Proprietà congiunte e loro capacità motoria

La parte inferiore della fibra si trasforma in un processo a forma di mezzaluna sulla continuazione dell'ischio. Anche la colonna vertebrale sciatica e l'osso sacro sono collegati da fibre forti. Entrambi i dispositivi sono dotati di speciali fessure attraverso le quali passano le fibre vascolari. Il legamento iliopsoas collega le vertebre e le escrescenze. Copre l'articolazione sacrale e ne limita la mobilità.

La struttura della sinfisi pubica

Questa articolazione è completamente coperta da cartilagine ialina e articolazioni articolari. La sinfisi si trova tra il disco pubico, che consiste di fibre e cartilagine. Questo disco è integrato con la copertura articolare dei dischi pubici. Contiene fori speciali e una cavità. La struttura della sinfisi negli uomini e nelle donne è diversa. Il disco femminile è molto più piccolo, ma più spesso. E la cavità al suo interno è grande.

Per evitare che la sinfisi pubica sia costantemente in movimento, è circondata da legamenti. Se sono affetti da osteocondrosi, il funzionamento della sinfisi viene interrotto e il disco può cambiare la sua posizione, il che porterà alla formazione di infiammazione. Dall'alto, la sinfisi è rafforzata dal legamento pubico superiore, che si trova tra i 2 tubercoli. La parte inferiore del disco poggia sul legamento arcuato del pube, che circonda tutte le ossa in questa sezione.

Inoltre, una membrana otturatore si trova nella pelvi. È costituito interamente da fibre che si presentano sotto forma di un fascio. Sono fissati ai bordi del foro dell'otturatore. I fasci coprono completamente l'intera cavità.

L'unica eccezione è la scanalatura dell'otturatore. Esistono diverse fosse nella membrana stessa. Cluster di fibre vascolari e nervose passano attraverso di loro.

Articolazione dell'anca

La tabella delle articolazioni degli arti inferiori liberi inizia con questo apparato. Questo sistema muscoloscheletrico si forma all'estremità dell'osso del femore, che è coperto di liquido articolare e cartilagine ialina. Tale guscio è presente in tutta l'area della testa ossea. L'unica eccezione è l'acetabolo. È riempito con tessuto adiposo, che copre tutta la sua area. Solo una piccola parte della fossa è coperta di cartilagine ialina. Le articolazioni che entrano in questa depressione si imbattono nel legamento trasversale, che assorbe il movimento. Affinché la profondità della fossa diventi più o meno, il labbro acetabolare si trova sul bordo della tacca. Consente alle dimensioni della fossa di aumentare leggermente.

L'osteocondrosi colpisce raramente questa particolare parte dell'apparato. Nella maggior parte dei casi, le articolazioni stesse, che entrano nell'acetabolo, sono sensibili alla malattia. Sono attaccati all'estremità con l'aiuto di un legamento e un labbro e durante il movimento entrano ed escono dalla fossa.

Esistono diversi legamenti che si trovano intorno all'articolazione. Lo aiutano a rimanere al suo posto. La mobilità delle articolazioni dipende dalla loro forza ed elasticità. Se l'elasticità e l'elasticità dei legamenti sono disturbate, possono diventare deboli e trasformarsi in terreno fertile per lo sviluppo di una malattia come l'osteocondrosi.

Il legamento ileo-femorale si trova in tutta la regione facciale dell'articolazione. Svolge una funzione molto importante, limitando l'estensione. Se il legamento è danneggiato, il paziente non può rimanere in posizione verticale per lungo tempo. È molto difficile per lui stare dritto e l'anca a volte può piegarsi in modo innaturale.

Il legamento pubo-femorale collega l'osso pubico e l'apparato dell'anca. Copre completamente le articolazioni e non consente loro di uscire dalla cavità.

Il legamento che assicura l'interazione dell'ischio con l'apparato articolare è chiamato legamento ischio-femorale. Continua fino alla fossa e, aggirando le articolazioni, va oltre.

C'è una zona circolare in profondità nell'apparato articolare. È attaccato all'osso e si trova sul dritto. La zona circolare si piega completamente attorno al collo del femore e rafforza la posizione dell'apparato articolare. Il legamento della testa del femore si trova vicino alla zona circolare. È completamente coperto dalla membrana sinoviale, che trattiene il legamento nella fossa dell'osso.

Ginocchio umano

La sconfitta delle articolazioni degli arti superiori non è molto diversa da quelle inferiori. Queste lesioni hanno gli stessi sintomi e il trattamento sarà relativamente simile. Ma, a differenza degli arti superiori, le articolazioni del ginocchio hanno una struttura più complessa e se questo meccanismo è danneggiato, allora la probabilità di immobilizzare una persona è molto maggiore.

L'articolazione del ginocchio si forma alla giunzione di 3 ossa: femore, tibia e rotula. Ogni testa dell'osso è coperta di fluidi articolari e cartilaginei che ne assicurano la connessione. Ognuna delle ossa ha una serie di cavità e processi che consentono loro di connettersi tra loro. La tibia si distingue per la presenza di escrescenze che non sono del tutto analoghe alle depressioni presenti sulla faccia dell'osso della coscia.

La struttura dell'articolazione del ginocchio

I menischi svolgono un ruolo importante nel sistema locomotore. Possono essere laterali e mediali. Il trauma al menisco anteriore si verifica più spesso. Potrebbe essere colpito da osteocondrosi, artrosi o artrite. Il menisco è una crescita cartilaginea che promuove l'unione della tibia e dell'apparato articolare.

Questo apparato si trova alla giunzione di 3 ossa e forma una capsula articolare. A sua volta, è costituito da sacchi sinoviali pieni di liquido. Quando l'articolazione si infiamma, il fluido inizia a seccarsi o diventa troppo. Da questo, la capsula si riempie di pus, aumenta di dimensioni, provoca sensazioni dolorose e non consente a una persona di muoversi normalmente.

La borsa è sostenuta da due tessuti: la tibia e il legamento collaterale peroneale. Funzionano come un legame tra epicondilo, menischi, tendini e ossa. Oltre ai legamenti, l'articolazione contiene anche fasci di fibre che formano articolazioni crociate, il che contribuisce a un'ulteriore fissazione del ginocchio. Ci sono altri 3 legamenti nell'apparato del ginocchio:

  1. Trasversale.
  2. Menisco-femorale anteriore.
  3. Menisco-femorale posteriore.

Appartengono al menisco laterale e mediale. Il lavoro dell'apparato del ginocchio dipenderà dalla forza e dall'elasticità di questi legamenti..

Se queste fibre sono deboli o allungate, quindi alla prima lesione al ginocchio, il paziente può avere una lacrima del menisco. Queste fibre bloccano un'estensione eccessiva e prevengono la deformazione della gamba.

Caviglia

L'anatomia di questa articolazione comprende 3 ossa: la tibia, il perone e l'astragalo. L'apparato articolare è formato collegando le superfici di queste ossa. Sono collegati con l'aiuto di liquido articolare, che copre parzialmente le loro superfici. L'osteocondrosi e l'artrite danneggiano abbastanza raramente le articolazioni in quest'area. Ciò è dovuto al fatto che qui ci sono solo 2 gruppi di legamenti, che sono fissati molto saldamente e la loro usura si verifica molto più tardi rispetto alle articolazioni del ginocchio o del gomito..

L'astragalo nell'apparato è rinforzato su entrambi i lati dai piani della caviglia laterale e mediale. E le ossa della parte inferiore della gamba sigillano l'intera struttura da diversi lati. La scatola articolare è completamente attaccata alla cartilagine nella caviglia. C'è una piccola distanza tra loro solo in un punto, dove l'apparato si attacca al collo dell'astragalo.

Il primo gruppo di legamenti che fissano l'articolazione è chiamato deltoide. Include 4 parti. Le parti tibiale-talo anteriore e posteriore si trovano su entrambi i lati della parte centrale della caviglia e la collegano al talus. Allaccia l'osso scafoide e il malleolo mediale con il tessuto osseo scafoide tibiale. Nel punto in cui sono fissati l'osso e la caviglia di supporto, si trova la parte tibiale-calcaneare.

Come funziona l'articolazione della gamba

Il secondo gruppo comprende i legamenti che tengono insieme la caviglia e il tessuto osseo che lo circonda. Questi sono i legamenti talofibolari facciali e rovescio e il legamento calcaneofibolare. Il danneggiamento di queste fibre può provocare gravi danni alle gambe..

Se un paziente con sintomi dolorosi alla caviglia non consulta un medico in tempo, potrebbe perdere la capacità giuridica..

Anatomia del piede

L'osteocondrosi colpisce spesso le articolazioni dei piedi di una persona. Ciò è dovuto al fatto che esiste un gran numero di piccole articolazioni, legamenti ed è abbastanza facile danneggiarli. Il piede di ogni persona ha le seguenti articolazioni:

  1. intermetatarsale.
  2. tarso-metatarsale.
  3. intermetatarsale.
  4. metatarso-falangea.
  5. interfalangea.

Struttura del piede umano

La struttura anatomica del piede contiene un gran numero di ossa. Tutti sono avvolti in fluidi articolari e cartilaginei e formano capsule articolari alla giunzione. Questa struttura del piede offre un elevato grado di mobilità. A causa della presenza di un gran numero di articolazioni, i piedi di una persona possono svolgere non solo una funzione di supporto, ma anche una molla.

Esistono 2 tipi di archi dei piedi: arcuati e longitudinali. La volta longitudinale è formata dalle 5 ossa principali che si discostano in avanti. Il danno a una di queste ossa può portare allo sviluppo di un processo infiammatorio non solo nell'articolazione che si trova vicino all'area danneggiata, ma anche in diverse aree circostanti. Sulla base di tale infiammazione, l'osteocondrosi può svilupparsi. La posizione del piede può essere diversa: normale, arcuata o piatta. Dipende dalla posizione del caveau.

I legamenti della gamba svolgono un compito importante nel rafforzare l'articolazione, ma non svolgono alcun ruolo nella normalizzazione del lavoro degli archi superiori. I legamenti controllano il lavoro delle volte inferiori. In particolare, il legamento calcaneonavicolare e l'aponeurosi plantare svolgono questa funzione. Il tessuto muscolare della parte inferiore della gamba partecipa al coordinamento del lavoro del piede..

Un fattore importante nel normale lavoro stabile del piede è la forma delle ossa del paziente..

Articolazioni della parte inferiore della gamba

L'osteocondrosi delle gambe del paziente provoca spesso danni alle articolazioni tra le ossa, a seguito delle quali è interessato il tessuto articolare e della cartilagine della persona. Le ossa della parte inferiore della gamba sono sensibili a questo effetto, poiché formano un'articolazione tibiofibolare nel punto di contatto tra loro. L'osteocondrosi può influenzarla e contribuire a un'ulteriore deformazione del sito.

La capsula dell'articolazione tibiofibolare è piuttosto densa e si trova su uno dei lati della superficie ossea. L'apparato è supportato da legamenti che sono abbastanza densi e circondano la capsula da tutti i lati. Questa articolazione garantisce un'elevata stabilità dell'articolazione e la rende praticamente immobile. La distanza tra le ossa non è vuota, ma piena di pieghe membranose interossee.

Questo tessuto si estende su tutta la superficie della tibia e lo collega alla fibula. La membrana presenta fori speciali attraverso i quali passano le fibre nervose e vascolari. Le pieghe nella parte inferiore delle articolazioni sono molto più dense e più solide di quelle nella parte superiore. L'articolazione tibiofibolare è anche formata da sindesmosi, che è formata dall'articolazione delle epifisi delle ossa della gamba inferiore. Questa articolazione è completamente coperta da piccoli legamenti stretti che fissano l'apparato alla tibia..

E 'Importante Conoscere La Gotta