La riabilitazione dopo la frattura della caviglia aiuta a preservare la funzione della caviglia rotta. Anche quando l'osso danneggiato è completamente guarito, esiste il rischio di contrattura e altre complicazioni. Naturalmente, l'immobilizzazione prolungata dell'arto ha un effetto speciale, quindi il paziente deve affrontare il compito di tornare alla sua precedente attività motoria e prevenire complicazioni. Come fare, spiegheremo di seguito..

Caratteristiche generali della riabilitazione

Di non poca importanza è la complessità della frattura della caviglia. La sua riabilitazione inizia già con la fase di indossare un calco in gesso. Il periodo di immobilizzazione quasi completa dipende anche dalla natura e dalla gravità della lesione. Di solito, il cast viene rimosso dopo 1,5-2 mesi, se non ci sono complicazioni. La guarigione in caso di danni con spostamento a volte avviene entro sei mesi.

Tutti gli esercizi e le procedure sono eseguiti esclusivamente con il permesso del medico curante. È vietato caricare o stare in piedi sulla gamba in alcun modo, a meno che non sia autorizzato a farlo.

Ogni fase delle misure di riabilitazione si integra a vicenda. Solo con l'uso di misure complesse è possibile ottenere un completo restauro dell'arto. In particolare, il seguente effetto appare sull'articolazione della caviglia:

  • accelerazione del flusso linfatico;
  • riassorbimento di edema;
  • rafforzamento della superficie articolare;
  • eliminazione di fenomeni infiammatori;
  • accelerazione della rigenerazione;
  • aumento della forza muscolare;
  • evitare complicazioni.

La ginnastica dopo una frattura alla caviglia dovrebbe iniziare in momenti diversi, il che dipende interamente dal tipo di lesione. Al momento dell'immobilizzazione, quando la ferita non è ancora guarita, gli esercizi aiutano a mantenere il corretto livello di circolazione sanguigna e prevenire complicazioni. È consuetudine prescrivere la terapia fisica dopo:

  • 1 settimana dopo la frattura ossea, quando non c'è spostamento;
  • 2 settimane, se i frammenti vengono spostati, ma la lesione viene isolata;
  • 3 settimane, se l'intervento chirurgico è stato eseguito utilizzando fissatori metallici;
  • 6-8 settimane in cui si è verificata la frattura del trilelele.

Sia dopo l'immobilizzazione con un calco in gesso, sia dopo l'operazione, tutti i movimenti devono essere passivi e dosati. Il carico è solo parziale, ma con un recupero riuscito, il medico può consentire di caricare l'arto in anticipo.

La questione della selezione del tipo di regime motorio e dell'inclusione di ulteriori esercizi nel programma di terapia fisica già utilizzato è presa non solo dal medico curante, ma anche dallo specialista in terapia fisica, riabilitologo, fisioterapista..

Nel primo periodo, si consiglia di eseguire il seguente complesso:

  1. Stringere i muscoli periodicamente, riposare e ripetere l'esercizio fino a quando appare una leggera stanchezza.
  2. Sedersi sul letto e sollevare alternativamente entrambe le gambe.
  3. Mettiti su un arto sano, appoggia la mano su qualcosa (muro, stampella, sedia). Una serie di altalene viene eseguita con la gamba ferita.
  4. Rimani nella stessa posizione, solleva l'arto e congela in questa posizione. Devi provare a tenerlo così per circa 1-3 minuti. Le altalene possono essere eseguite lateralmente.

Nella seconda fase, è necessario integrare gli esercizi dopo che si è verificata una frattura alla caviglia. L'obiettivo è supportare la funzione della caviglia. La meccanoterapia aiuta molto bene in questo caso, quindi puoi rotolare oggetti, cilindri, una palla, un bastone con la gamba ferita. Beneficia dell'esercizio su una cyclette, anche usando una macchina per cucire i piedi..

Dopo aver rimosso l'intonaco

Spesso decidono di includerli nel pool. I fenomeni di caricamento sono ridotti in acqua, è possibile eseguire più esercizi senza danni, rafforzare i vasi sanguigni e i muscoli.

Non appena il cast viene rimosso, è necessario iniziare a sviluppare la caviglia. La terapia fisica per la frattura della caviglia aiuta i muscoli a ricordare lo stereotipo della deambulazione, pertanto vengono utilizzati simulatori speciali. Poiché il movimento sulla gamba lesa deve essere ancora attento, i supporti del collo del piede vengono selezionati individualmente.
Il regime motorio è massimizzato. Ora l'educazione fisica comprende una grande quantità di camminate, attività normali a livello familiare, esercizi sul tapis roulant, salti. Le lezioni si svolgono meglio in gruppi appositamente istruiti presso centri di riabilitazione o cliniche. Il complesso dovrebbe includere i seguenti esercizi:

  • movimento a passo laterale;
  • camminando su dita dei piedi e talloni;
  • saltando su un gradino o su una piattaforma, ma puoi semplicemente salire le scale;
  • saltando in diverse direzioni;
  • tirando le calze in avanti e rapendole;
  • installazione sui lati interno ed esterno del piede;
  • squat profondi;
  • afferrare piccoli oggetti con le dita.

I principi fondamentali della terapia fisica: l'assenza di dolore durante l'allenamento, la regolarità, il carico aumenta gradualmente.

È il carico regolare che aiuta a superare gli effetti residui e le complicazioni, ma non dobbiamo dimenticare altri metodi di recupero. Tuttavia, se è stato installato un dispositivo di fissaggio esterno, immediatamente dopo la sua rimozione, l'attività di allenamento è ridotta di un terzo. L'aumento della forza e della frequenza dell'allenamento dovrebbe avvenire gradualmente. Il periodo più ottimale per questo è di 3 settimane..

Fisioterapia

Le procedure fisioterapiche possono fornire un effetto terapeutico solo a condizione di un effetto complesso. Sono utilizzati già nei primi giorni dall'inizio dell'operazione. Attraverso un calco in gesso secco, sono consentiti i seguenti metodi di fisioterapia:

  • ultravioletto,
  • magnetoterapia,
  • UHF,
  • terapia laser.

La radiazione laser viene applicata sia direttamente attraverso il calco in gesso sia immediatamente sulla pelle, dopo aver fatto ritagli nella medicazione sotto forma di finestre. Anche se è stato utilizzato l'hardware, non è vietato utilizzare le procedure di fisioterapia. Se UHF precedente era in grado di causare il surriscaldamento dei morsetti, ora le linee di campo emesse scorrono lungo di essi.
In assenza di controindicazioni, viene utilizzata una varietà di metodi di idroterapia, tra cui massaggio con acqua, ossigeno, bagni di perle. Al secondo stadio, ozokerite, terapia con paraffina, trattamento con fango sono collegati. Queste procedure sono termiche, ma, come l'UHF, non causano il surriscaldamento delle clip: il corpo ridistribuisce il calore e non lo accumula in un'area. Se il dolore persiste, vengono utilizzati elettroforesi, CMT e altri tipi di elettroterapia.
In futuro, la fisioterapia è prescritta esclusivamente per indicazioni individuali. Oltre alle procedure sopra descritte, vengono utilizzati anche darsonvalorizzazione, stimolazione elettrica, darsonvalizzazione, KUF, ultrasuoni, fonoforesi.

Procedure di massaggio

Il massaggio post-frattura inizia solo dopo la rimozione dell'intonaco. Affinché il disagio non sia troppo spiacevole per una persona o non inizi a causare dolore, assicurati di usare prima vari gel e unguenti con un effetto analgesico. La caviglia rimane molto sensibile.

Lo scopo del massaggio è ripristinare i processi metabolici, il flusso sanguigno, ridurre l'edema e prevenire i disturbi trofici.

Il giunto viene bendato dopo la procedura. È consentito massaggiare in modo indipendente lo stinco e il piede. L'articolazione stessa può anche essere massaggiata, ma non così spesso. Questo dovrebbe essere fatto con cautela, senza dimenticare la recente frattura.

Controindicazioni

Esistono numerose controindicazioni per le procedure di fisioterapia:

  • processi purulenti;
  • malattie nella fase acuta;
  • condizione grave;
  • gravidanza;
  • patologia del sangue;
  • la natura instabile della frattura;
  • malattia mentale;
  • neoplasie;
  • stadio di scompenso della malattia;
  • emorragia.

Per un completo recupero, sono importanti non solo l'assistenza tempestiva e la corretta immobilizzazione, ma anche la completa riabilitazione. Solo lei è in grado di proteggere dallo sviluppo di complicanze, restituire il giusto raggio di movimento, alleviare gonfiore e dolore. Una persona che ha prestato la dovuta attenzione al recupero da una frattura si salva dalla zoppia e da altre difficoltà.

Potresti essere interessato a:

Riabilitazione dopo frattura alla caviglia

Riabilitazione dopo frattura alla caviglia

Le fratture della caviglia sono spesso diagnosticate in pazienti di ogni età e sesso. La riabilitazione inizia quasi immediatamente dopo l'applicazione del calco in gesso - con uno sforzo fisico minimo. Il pieno recupero si può dire se una persona ritorna con successo a uno stile di vita attivo. Un approccio completo e graduale al trattamento aiuterà ad abbreviare il periodo di riabilitazione, per evitare una fusione impropria di frammenti ossei:

  • terapia farmacologica,
  • procedure di fisioterapia,
  • sessioni di massaggio,
  • esercizi di fisioterapia.

Nella fase iniziale di riabilitazione dopo una frattura alla caviglia, queste misure migliorano la circolazione sanguigna nell'arto ferito: il riassorbimento dell'edema viene accelerato, l'infiammazione viene arrestata, il che contribuisce al ripristino di ossa e tessuti molli. E un graduale aumento dell'attività motoria aiuta a rafforzare l'apparato muscolo-legamentoso della caviglia.

È necessario un approccio speciale alla riabilitazione dei pazienti anziani, poiché la loro fusione ossea procede lentamente e i muscoli, se è consentita la loro atrofia, praticamente non si riprendono dopo 50 anni.

La prima fase della riabilitazione

Per la corretta fusione delle ossa dopo una frattura alla caviglia, viene applicato un calco in gesso sulla gamba. Una forte fasciatura impedisce lo spostamento dei frammenti, accelerando il recupero. Ma una lunga permanenza nell'intonaco compromette l'apporto di ossigeno ai tessuti, ai nutrienti e alle sostanze bioattive. Per prevenire lo sviluppo di eventi in uno scenario così negativo, è importante sottoporsi a un ciclo completo di massaggi e altre procedure di fisioterapia. Impediscono il ristagno e l'infiammazione del sangue, stimolano la crescita di nuove cellule.

Massaggio

La riabilitazione dopo una frattura alla caviglia include necessariamente sessioni di massaggio. Sfregando, accarezzando contribuiscono al rapido ripristino dei tessuti danneggiati della caviglia. Le creme con effetto riscaldante, analgesico e decongestionante contribuiranno a migliorare l'efficacia. Particolarmente utili sono i preparati con olio di abete, fitoestratti di cinquefoil, consolida maggiore, baffi dorati.

Il recupero dalle fratture è accelerato dai seguenti effetti di massaggio:

  • miglioramento del flusso sanguigno locale;
  • eliminazione di gonfiore e congestione;
  • stimolazione della rigenerazione dei tessuti della cartilagine;
  • aumento del tono muscolare;
  • aumento della gamma di movimento dopo le fratture.

Viene eseguito un leggero massaggio anche prima della rimozione dell'intonaco, direttamente sopra la benda, per la quale a volte le finestre vengono tagliate attraverso di essa. Allo stesso tempo, l'area del corpo sopra e sotto viene massaggiata. All'inizio, i movimenti sono morbidi, carezzevoli, non causano disagio al paziente. Man mano che i muscoli e l'apparato del tendine legamentoso vengono rafforzati, vengono utilizzate tecniche più intense: toccando, impastando, vibrando. Grazie a ciò, anche prima della rimozione dell'intonaco, aumenta la gamma di movimento nell'area lesa, il dolore alla caviglia si indebolisce e presto scompare completamente..

Il massaggio dopo una frattura alla caviglia può essere eseguito anche a casa: accarezzare, impastare, scuotere la gamba ferita, afferrare caviglia e talloni. Ma i professionisti lo faranno meglio: sentono meglio i muscoli, sanno dove aumentare la pressione e dove agire più dolcemente..

Nella pensione "Tula Dedushka", il personale medico parla fluentemente tutte le tecniche di massaggio: il massaggio classico rilassa i muscoli, il vuoto migliora la circolazione sanguigna e l'agopuntura migliora il drenaggio linfatico..

Procedure di fisioterapia

La fisioterapia inizia immediatamente dopo che l'infiammazione è diminuita. Le seguenti procedure fisioterapiche si sono dimostrate efficaci prima e dopo la rimozione dell'intonaco:

La riabilitazione dopo le fratture comprende anche sessioni di elettroforesi. L'area interessata è esposta a deboli impulsi di corrente elettrica per un migliore assorbimento dei farmaci dalla pelle. Le medicine penetrano direttamente nel tessuto osseo, innescando i processi di rigenerazione. Durante l'elettroforesi vengono utilizzati condroprotettori, analgesici, vitamine del gruppo B..

Tutte le procedure di fisioterapia sono caratterizzate dalle seguenti proprietà terapeutiche:

  • diminuzione della gravità della sindrome del dolore;
  • migliorare l'afflusso di sangue alle ossa, alla cartilagine, ai tessuti molli;
  • eliminazione di spasmi muscolari;
  • riassorbimento di edema;
  • prevenzione dell'atrofia del muscolo della caviglia durante l'immobilizzazione;
  • protezione contro le infezioni attraverso la superficie della ferita.

Le applicazioni con paraffina, cera, ozokerite sono particolarmente utili dopo la frattura della caviglia. Sotto l'influenza delle alte temperature, l'osso si rigenera più velocemente e diminuisce la probabilità di complicanze.

Nella pensione vengono utilizzati i dispositivi di fisioterapia "Tula nonno" delle ultime modifiche. Il recupero da una frattura alla caviglia è supervisionato dal personale infermieristico. Non ci sono dolori o altre sensazioni spiacevoli durante le procedure. Gli appuntamenti vengono dati da un fisioterapista esperto dopo aver parlato con il paziente e aver studiato attentamente la storia medica.

Trattamento farmacologico

Con una frattura della caviglia, le ossa, i tessuti molli e i nervi vengono danneggiati, quindi, nei primi giorni, ai pazienti viene mostrato l'assunzione di analgesici. Quando il dolore si attenua, le singole dosi di farmaci vengono ridotte per ridurre il carico farmacologico sul corpo.

Inoltre, nella fase iniziale della riabilitazione, vengono utilizzati antibiotici: sono necessari per prevenire l'infezione batterica.

Il ripristino delle strutture ossee nella caviglia è più lento nelle persone anziane a causa dell'invecchiamento del corpo. La produzione di collagene diminuisce, il tasso di formazione di nuove cellule sane diminuisce. Pertanto, si raccomanda ai pazienti anziani con frattura della caviglia di assumere condroprotettori per un corso. La durata del corso va da 2 mesi a un anno. Il trattamento inizia immediatamente dopo l'infortunio e prima che il calco in gesso venga rimosso.

Oltre ai condroprotettori, che promuovono il ripristino di ossa e cartilagine, vengono utilizzate vitamine e minerali. I farmaci riforniscono le riserve di aminoacidi, micro e macroelementi, rafforzano il corpo nel suo insieme - di conseguenza, la riabilitazione dopo le fratture richiede molto meno tempo.

Gli anziani hanno spesso problemi di memoria. Gli anziani dimenticano di assumere medicinali che aiutano a fratturare la caviglia o, al contrario, non ricordano di aver preso una pillola e di ingerire immediatamente la successiva. A volte non è possibile controllare l'uso di droghe da parte di parenti anziani. Quindi dovresti usare i servizi di infermieri esperti. Gli infermieri della pensione "Tula Grandfather", secondo il programma prescritto dal medico, forniscono al paziente farmaci che aiutano a ripristinare l'osso dopo una lesione alla caviglia.

Seconda fase della riabilitazione

I pazienti non possono calpestare a lungo la gamba ferita, il che può indebolire i muscoli intorno alla caviglia. Le procedure di fisioterapia, il massaggio non sono sufficienti: è necessaria una serie di esercizi di fisioterapia.

Già il secondo giorno dopo aver applicato l'intonaco, è necessario spostare costantemente le dita dell'arto dolente, tendendo i muscoli, girando la gamba da un lato all'altro, facendolo scorrere lungo il letto. Inoltre, devi dare un carico a una gamba sana, fare esercizi per le braccia, il corpo.

I medici raccomandano ai pazienti di rimanere a letto meno. Pochi giorni dopo le fratture, puoi camminare per la stanza e il corridoio con le stampelle.

Ma i principali esercizi di terapia fisica dopo una frattura alla caviglia iniziano nella seconda fase della riabilitazione. L'intensità, la gamma di movimento sta gradualmente aumentando. L'esercizio fisico previene la debolezza muscolare, normalizza le funzioni autonome, che possono abbreviare il tempo di recupero dell'arto. Inoltre, l'esercizio fisico regolare migliora lo stato psico-emotivo di una persona dopo le fratture: nota che il dolore si attenua, i muscoli diventano più forti, i movimenti sono più sicuri..

Puoi fare terapia fisica a casa. Ma per prevenire complicazioni dopo le fratture, è meglio usare i servizi dei medici. Nella pensione "Tula Grandfather", gli ospiti con lesioni alla caviglia sono impegnati in ginnastica sotto la supervisione di un medico di riabilitazione. È un complesso di terapia fisica, che tiene conto della natura delle fratture (con o senza spostamento), della gravità dei sintomi, delle condizioni generali del corpo; controlla la corretta prestazione fisica.

Fisioterapia dopo aver rimosso l'intonaco

Esempi di esercizi sdraiati, seduti, in piedi

La fusione completa delle ossa è possibile solo con l'applicazione di carichi misurati sulla gamba ferita. All'inizio devi superare un po 'di dolore, ma il suo aspetto è naturale. Dopo aver rimosso il calco in gesso, il medico elabora un programma di allenamento, seleziona gli esercizi più efficaci. Non puoi immediatamente provare a soddisfarli tutti, è meglio ascoltare te stesso. Se uno qualsiasi degli esercizi provoca dolore grave e insopportabile, l'esercizio deve essere interrotto. È consentito riprenderlo dopo un lungo riposo, che deve essere dato alla caviglia ferita..

I seguenti esercizi contribuiscono al recupero da fratture sminuzzate e semplici:

  • rotazione lenta dei piedi;
  • flessione ed estensione delle dita;
  • allargando i calzini ai lati con un giro massimo dell'anca (sdraiato sulla schiena);
  • "Bicicletta" mentre è seduto su una sedia e sdraiato;
  • sollevare le gambe dritte da una posizione prona - ad un angolo retto nelle articolazioni dell'anca;
  • oscillare le gambe su e giù, a sinistra ea destra;
  • rotolando dal tallone alla punta e poi da un lato del piede all'altro.

Nella seconda fase della riabilitazione, non appena il medico consente la rimozione dell'intonaco, i pazienti usano cyclette, un tapis roulant, esercizi su cui rafforzare i muscoli. Naturalmente, è importante qui non sovraccaricare la caviglia curativa. Per la rete di sicurezza, vengono utilizzate bende elastiche, speciali rinforzi per la caviglia.

Varietà di ortesi alla caviglia elastiche: fissazione facile e rinforzata.

Dopo le fratture, sono utili le passeggiate all'aria aperta, che hanno un effetto tonico su tutto il corpo..

La dieta

L'effetto terapeutico di esercizi, massaggi, preparazioni farmacologiche e fisioterapia apparirà più velocemente con un menu giornaliero adeguatamente composto. Per tutta la durata del trattamento, dovrai abbandonare i prodotti che rallentano la fusione ossea dopo le fratture. Immediatamente dopo l'applicazione di intonaco, alcool, caffè e tè nero, cibi grassi saturi di spezie e sale, - alimenti a rapida preparazione, carni affumicate, prodotti semilavorati, dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Il ripristino del tessuto osseo è aiutato da:

  • carne magra,
  • minestre chiare, brodi,
  • pesce magro e oleoso,
  • porridge di cereali,
  • latticini,
  • pane bianco essiccato,
  • verdure fresche sotto forma di insalate, condite con olio vegetale,
  • bacche fresche e secche, frutta,
  • semi, noci.

Durante il periodo di riabilitazione, anche il corretto regime di consumo di alcol è importante. Il giorno in cui il calco in gesso viene rimosso dalla caviglia, si consiglia di bere almeno 2,5 litri di liquido. Acque minerali leggermente alcaline, succhi di frutta, bevande alla frutta, bevande alla frutta dal sapore agrodolce, gelatina di latte sono utili dopo le fratture. Dalla medicina tradizionale vengono utilizzati il ​​tè alla camomilla e il decotto di rosa canina..

Nella pensione "Tula Grandfather" ci sono cuochi che sanno quali piatti aiuteranno una persona a riprendersi più velocemente dopo una frattura alla caviglia. Il cibo contiene un minimo di grassi malsani, ma molte proteine, carboidrati, vitamine, micro e macro elementi. Il menu giornaliero è compilato individualmente, tenendo conto delle preferenze di gusto degli ospiti.

Si consiglia di recuperare dalle fratture nelle istituzioni mediche. Impiegano medici che praticano un trattamento complesso delle lesioni del sistema muscolo-scheletrico. Elaborano schemi terapeutici competenti, raccomandano gli esercizi più efficaci, le procedure di massaggio e fisioterapia che non sono disponibili a casa.

Riabilitazione dopo frattura alla caviglia

Le tecniche di restauro sono in grado di riportare la vittima alla vita normale in breve tempo e gli esercizi terapeutici dopo una frattura alla caviglia sono la base delle misure di riabilitazione.

Trattamenti di base per il trauma

Il trattamento più comune è l'immobilizzazione con un calco in gesso.

A seconda della natura della frattura, viene anche eseguito:

  • allineamento manuale di frammenti o riposizionamento con mezzi ausiliari durante l'intervento chirurgico;
  • trazione della gamba lesa;
  • dislocazione del piede.

Tutte le misure adottate devono essere eseguite sotto il controllo di un'immagine a raggi X al fine di prevenire la fusione impropria di frammenti di ossa danneggiate.

L'importanza di una riabilitazione corretta e tempestiva

Al fine di ripristinare completamente l'attività della gamba lesa, è necessario iniziare le misure di recupero dai primi giorni dopo l'infortunio e terminare quando la funzione motoria è stata completamente ripresa..

stai attento

Secondo le statistiche, oltre 1 miliardo di persone sono infette da parassiti. Non puoi nemmeno sospettare di essere diventato vittima di parassiti.

È facile determinare la presenza di parassiti nel corpo in base a un sintomo: l'alitosi. Chiedi ai tuoi cari se il tuo alito puzza al mattino (prima di lavarti i denti). In tal caso, c'è una probabilità del 99% di essere infettato da parassiti..

L'infezione da parassiti porta a nevrosi, rapida affaticabilità, sbalzi d'umore improvvisi e, in seguito, iniziano malattie più gravi..

Negli uomini, i parassiti causano: prostatite, impotenza, adenoma, cistite, sabbia, calcoli renali e vescicali.

Nelle donne: dolore e infiammazione delle ovaie. Si sviluppano fibroma, fibromi, mastopatia fibrocistica, infiammazione delle ghiandole surrenali, vescica e reni. Oltre a cuore e cancro.

Vogliamo avvertirti subito che non è necessario correre in farmacia e acquistare medicinali costosi che, secondo i farmacisti, stermineranno tutti i parassiti. La maggior parte dei farmaci sono estremamente inefficaci e causano anche danni enormi al corpo..

Cosa fare? Innanzitutto, ti consigliamo di leggere un articolo del principale istituto di parassitologia della Federazione Russa. Questo articolo rivela un metodo con il quale puoi purificare il tuo corpo dai parassiti senza danneggiare il corpo. Leggi l'articolo >>>


L'approccio moderno alla riabilitazione comprende:

  • massaggio;
  • esercizi di fisioterapia;
  • procedure di fisioterapia.

La combinazione di queste tecniche fornisce:

  • miglioramento dei processi trofici nell'osso danneggiato e nei tessuti molli circostanti della gamba;
  • la fusione più veloce di frammenti danneggiati;
  • riduzione delle alterazioni infiammatorie e dell'edema nell'area interessata;
  • circolazione sanguigna intensa e drenaggio linfatico.

Esistono tre fasi principali della riabilitazione dopo una frattura:

  1. Durante l'immobilizzazione rigorosa (primi 10-14 giorni dopo l'infortunio).
  2. Espansione del regime motorio con alcune restrizioni.
  3. Procedure di riabilitazione durante gli effetti residui dopo l'infortunio.

Il volume e la natura del trattamento effettuato sono determinati in base al periodo di riabilitazione e alle caratteristiche individuali dell'organismo..

Quali fattori possono influenzare la velocità di recupero

Il tempo di recupero del paziente è influenzato da:

  • età;
  • l'intensità dei processi metabolici nel corpo;
  • caratteristica della circolazione sanguigna negli arti inferiori;
  • la presenza di patologia concomitante di organi interni (malattie croniche dei polmoni, reni, diabete mellito) e del sistema muscolo-scheletrico (osteoporosi, artrosi);
  • qualità del cibo;
  • la complessità della frattura (la presenza di spostamento di frammenti ossei e la quantità di intervento chirurgico);
  • aderenza alle raccomandazioni del medico curante sull'attività fisica, a seconda della fase di riabilitazione;
  • il volume delle attività di recupero (massaggio, terapia fisica, procedure di fisioterapia).

Il processo di ritorno dell'attività motoria si svolge più rapidamente nei bambini e nei giovani; in età avanzata, il periodo di recupero e la probabilità di complicanze aumentano in modo significativo. È consigliabile iniziare a includere una varietà di tecniche nel regime di trattamento il prima possibile..

I nostri lettori scrivono

Coloro che stanno leggendo questo testo hanno probabilmente affrontato lo stesso problema. Qualcuno ha appena raccolto il fungo ed è solo nella fase iniziale e qualcuno ha sofferto per molti anni.

Voglio dire subito che ho vissuto con il fungo dell'unghia del piede per quasi dieci anni. Tutto è iniziato in modo così innocuo che non ho dato alcuna importanza ad esso! In generale, qualsiasi infezione fungina può manifestarsi in qualsiasi momento. Che si tratti di stress, i miei piedi sono bagnati, il mio sistema immunitario è caduto. Nel mio caso, ho avuto l'ARVI e dopo una settimana ho iniziato a notare sintomi spiacevoli: prurito, desquamazione, scolorimento, odore sgradevole.

Mia moglie non ha suonato l'allarme e di notte mi ha imbrattato le gambe con un unguento salicilico. "Le nostre nonne sono state trattate in questo modo, forse passerà anche per te!" Questo "forse" non ha funzionato con me, e dopo un po 'sono stato costretto a correre dal dottore, dove mi hanno tagliato l'unghia alla radice.

Pensi che abbia aiutato? Un anno dopo, quando l'unghia praticamente ricresce, il fungo inizia con una forza ancora maggiore! Mi sono reso conto che nessuno, tranne me, mi avrebbe aiutato con questa sventura. Pertanto, sono andato online e ho iniziato a studiare come viene trattato il fungo..

Si scopre che è stato sviluppato un farmaco che "ferma" le spore fungine, ad es. lo priva dell'opportunità di riprodursi. L'agente si chiama Mycocin ed è compresse e gel antifungini. Il gel, grazie alla sua composizione unica, penetra in profondità sotto la pelle o l'unghia e uccide il fungo.

Quanto tempo richiede il processo di recupero dipende dalle caratteristiche individuali del paziente. Nella maggior parte dei pazienti, dopo due mesi di misure di riabilitazione, la funzione dell'arto interessato viene completamente ripristinata..

Principi e schemi di riabilitazione

Le basi più importanti delle misure di riabilitazione sono:

  • sequenza;
  • stress graduale sull'arto ferito;
  • approccio individuale;
  • dosaggio di esercizi e procedure;
  • sistematico.

È indispensabile includere la terapia fisica, le procedure di fisioterapia, il massaggio nello schema delle misure di recupero. La riabilitazione deve essere interrotta solo dopo il completo ripristino della funzione della gamba ferita..

Dieta bilanciata

Gli alimenti ad alto contenuto di vitamine e microelementi rafforzano il sistema immunitario e promuovono l'intensificazione dei processi riparativi nel corpo. Per ricostituire le riserve di calcio al fine di aumentare la forza e accelerare la fusione ossea, il paziente ha bisogno di prodotti lattiero-caseari e latte acido:

Le articolazioni fanno male - cosa fare?

Abbiamo studiato un'enorme quantità di materiali e, soprattutto, testato la maggior parte dei rimedi per il trattamento delle articolazioni nella pratica. Quindi, si è scoperto che l'unico farmaco che non rimuove i sintomi, ma guarisce davvero è Sustalife.

Per non pensare che un altro "miracolo" ti stia bevendo, non descriveremo che tipo di farmaco efficace sia... Se interessati, leggi tu stesso tutte le informazioni su Sustalife. Ecco il link all'intervista.

  • fiocchi di latte;
  • formaggio stagionato;
  • kefir, latte cotto fermentato, yogurt, yogurt.

Il completo assorbimento del calcio è possibile dai prodotti lattiero-caseari con un'alta percentuale di grassi, poiché solo tali alimenti contengono una quantità sufficiente di vitamina D. Il calcio del latte scremato non è in grado di rafforzare la struttura delle ossa!

La dieta del paziente dovrebbe includere:

  • pesce (appena cucinato, leggermente salato e in scatola);
  • verdure (carote, barbabietole, cavoli di ogni genere, verdure);
  • cereali e legumi;
  • semi e noci (nocciole, mandorle, semi di sesamo, chia);
  • oli vegetali non raffinati (oliva, girasole, semi di lino).

La nutrizione riparativa prevede anche un consumo sufficiente di acqua pura (fino a 1,5-2 litri al giorno), succhi freschi naturali, bevande alla frutta e composte da frutta secca. Una dieta equilibrata porta al fatto che il recupero è molto più veloce ed efficiente.

Assunzione di medicinali

I preparati di calcio vengono utilizzati per abbreviare il periodo di riabilitazione e accelerare la guarigione dell'osso danneggiato. Al paziente viene prescritto:

  • Calcio D3 Nycomed;
  • Calcemin;
  • complesso vitaminico Vitrum ad alto contenuto di calcio.

Contribuire al ripristino dei mezzi di azione adattogena e biostimolante:

  • mummia in compresse o soluzione;
  • estratti di ginseng, corna di cervo;
  • tinture di Eleuterococco, vite di magnolia cinese.

La durata del corso di terapia farmacologica è determinata individualmente e dipende dalle capacità di riserva del corpo..

Forniture ortopediche

Dopo aver rimosso il cast o la stecca, si consiglia di indossare una benda elastica. Dovresti bendare la gamba al mattino senza alzarti dal letto. Inizia ad applicare la benda dal piede, ogni turno dovrebbe essere sovrapposto a 2/3 di quello precedente. Termina la fasciatura a livello del terzo inferiore della gamba.

L'uso di dispositivi speciali - ortesi - può essere raccomandato da un ortopedico. Il tipo di dispositivo ortopedico è raccomandato individualmente e dipende dalla gravità della frattura.

Procedure di fisioterapia

I metodi di fisioterapia aiutano a far fronte con successo al ripristino della normale circolazione sanguigna e al drenaggio linfatico, eliminando il dolore e i disturbi trofici. Si consiglia di iniziare il recupero della caviglia dopo una frattura con sessioni di terapia elettromagnetica. Quanto segue ha un effetto positivo sulla gamba colpita:

  • elettroforesi con sostanze medicinali (novocaina, ioduro di potassio, eufillina, lidasi);
  • ultrasuoni (con unguento all'idrocortisone);
  • procedure termiche (applicazioni con paraffina, ozokerite, fango terapeutico);
  • UHF;
  • terapia laser.

Il trattamento con metodi fisioterapici è parte integrante della riabilitazione della frattura della caviglia, ma questo metodo è controindicato in presenza di processi benigni e maligni, malattie del sangue nel corpo. L'osteosintesi in caso di fratture a due malleoli e tre malleolari, nonché la presenza di una placca di metallo installata nella tibia, non interferisce con la fisioterapia.

Massaggio

Il massaggio alla caviglia dopo la frattura è raccomandato per la maggior parte dei pazienti e può essere eseguito a casa. Aiuta a ripristinare la funzione motoria e ridare forza ed elasticità ai muscoli.

Le sessioni devono essere avviate dopo la fine delle procedure di fisioterapia. Viene mostrata l'applicazione di tali tecniche:

  • accarezzare;
  • triturazione;
  • impastare;
  • formicolio;
  • Pioggia delle dita.

I movimenti del massaggio devono essere diretti dal basso verso l'alto per attivare il drenaggio linfatico. Il corso delle procedure è in grado di garantire lo sviluppo dell'articolazione della caviglia e dura almeno 10 giorni.

L'attività fisica dosata favorisce il recupero attivo. È necessario iniziare un corso di esercizi di fisioterapia dopo una frattura alla caviglia sotto la guida di un istruttore. Dopo una serie di allenamenti in ospedale, puoi sviluppare una gamba a casa.

La quantità di esercizi ginnici per la caviglia dopo una frattura dipende dalle caratteristiche individuali del periodo di recupero, dall'età e dalla patologia concomitante del paziente..

Gli esercizi dopo una frattura alla caviglia per ripristinare la funzione muscolare possono essere eseguiti nella seguente sequenza:

  • in posizione seduta, tirare prima le calze verso se stessi, quindi nella direzione opposta;
  • il piede ferito deve afferrare qualsiasi oggetto sottile (matita, penna, ecc.);
  • in piedi alternativamente all'interno e all'esterno del piede (10 si avvicina a ciascuno);
  • fare jogging sul posto per 5-10 minuti;
  • accovacciarsi per 10-15 avvicinamenti (all'inizio è consentito strappare i talloni dal pavimento, successivamente sarà necessario scendere completamente su tutto il piede);
  • rotolare una palla da ginnastica o un mattarello sul pavimento con le dita della gamba colpita;
  • salire e scendere le scale per 5-7 minuti 2-3 volte al giorno.

La terapia fisica dopo la frattura della caviglia non dovrebbe causare dolore e disagio. Se compaiono edema dei tessuti molli e sindrome del dolore, è necessario consultare urgentemente il medico curante e regolare il volume delle misure riparative.

L'esercizio fisico dopo una frattura alla caviglia può ripristinare rapidamente la funzione di una gamba rotta. Rafforza bene i muscoli flaccidi e la visita alla caviglia in piscina.

Cosa fare se la gamba si gonfia dopo aver rimosso il cast

Il verificarsi di edema dopo la rimozione dei dispositivi di immobilizzazione è dovuto a una violazione dei processi trofici, nonché al deflusso della linfa. Unguenti e gel a base di troxerutina e ippocastano riducono il gonfiore:

L'area interessata deve essere imbrattata di mezzi solo nella direzione del decorso dei dotti linfatici, ad es. dal basso verso l'alto (dalla caviglia al ginocchio).

L'uso di farmaci topici è raccomandato 2-3 volte al giorno.

Cosa non fare dopo una frattura alla caviglia

Dopo aver rimosso il calco in gesso, è necessario caricare con cura l'arto interessato. Non puoi calpestare una gamba dolorante, per supporto usano prima le stampelle e poi un bastone. Evitare:

  • movimenti bruschi;
  • lezioni di ballo;
  • allenamento sportivo;
  • ciclismo e trekking a lunga distanza;
  • salto.

In tutte le situazioni, è necessario escludere il supporto sulla gamba lesa, in modo da non provocare lesioni ripetute.

Caratteristiche della riabilitazione in età avanzata

Alla maggior parte degli anziani viene diagnosticata l'osteoporosi, una diminuzione della resistenza meccanica del tessuto osseo. Questa malattia rende difficile il recupero.

Per le persone anziane, il periodo di riabilitazione è notevolmente allungato. Gli esercizi e le tecniche di massaggio dovrebbero essere delicati, poiché esiste la possibilità di ripetuti danni alle ossa.

Complicanze della frattura della caviglia

Dopo una lesione, il paziente può sviluppare conseguenze avverse, dovute sia all'organizzazione impropria del processo di riabilitazione sia alle caratteristiche individuali del paziente..

Le fratture della caviglia più comuni sono complicate da:

  • infezione delle ossa e dei tessuti molli nell'area dell'arto interessato;
  • lo sviluppo di alterazioni degenerative dell'articolazione della caviglia;
  • allungando il periodo di accrescimento della caviglia danneggiata;
  • deformazione delle ossa dello stinco dopo unione impropria della frattura;
  • sanguinamento da navi danneggiate;
  • zoppia;
  • cambiamenti necrotici nella pelle nella proiezione dell'osso ferito;
  • ipotrofia dei muscoli delle gambe;
  • la solita sublussazione del piede;
  • complicanze emboliche e tromboemboliche;
  • ridotta mobilità della caviglia.

Al fine di prevenire una condizione grave, è necessario monitorare costantemente i cambiamenti nel corpo e monitorare le funzioni di base di organi e sistemi.

Conseguenze e prevenzione degli infortuni

Dopo una frattura, c'è la possibilità di disturbi dell'andatura (zoppicando), sviluppo di rigidità alla caviglia e cambiamenti ipotrofici nei muscoli. Per recuperare completamente, tutte le attività di riabilitazione devono essere eseguite il più possibile..

I pazienti devono evitare:

  • sport traumatici (pattinaggio, calcio, sci alpino);
  • camminare con le scarpe col tacco alto;
  • lunga permanenza in piedi;
  • lunghe escursioni.

Per prevenire lo sviluppo dei piedi piatti, dovrai mettere le solette ortopediche nelle scarpe. Le persone che hanno avuto una frattura precedente devono imparare a cadere e raggruppare correttamente i muscoli per prevenire un nuovo infortunio..

Si consiglia alle persone anziane di osservare speciali misure di sicurezza durante la stagione invernale. In condizioni ghiacciate, è necessario indossare stivali o stivali con dispositivi speciali sulla superficie esterna e, nei giorni particolarmente pericolosi, astenersi dall'andare fuori.

4 fasi di riabilitazione dopo la frattura della caviglia: raccomandazioni che ti salveranno dalla ricaduta

L'incidenza di complicanze a lungo termine dopo la frattura della caviglia raggiunge il 35-40%. Ciò è dovuto alla mancanza del periodo necessario di riabilitazione fisica. Dopo la guarigione a tutti gli effetti del tessuto osseo, è estremamente importante ripristinare il normale afflusso di sangue e il deflusso linfatico nell'area interessata, il tono muscolare e l'innervazione completa. Fenomeni patologici che insorgono con riabilitazione impropria: sindrome del dolore grave, contrattura, igroma.

Cosa fare dopo aver rimosso il cast

Per prevenire lo sviluppo di complicanze dopo la rimozione del cast, le misure di riabilitazione per la frattura della caviglia dovrebbero essere mirate a:

  • maggiore mobilità articolare;
  • aumento del tono muscolare dell'arto inferiore;
  • eliminazione dell'edema dei tessuti molli nell'area del callo;
  • ripristino dell'elasticità dell'apparato legamentoso;
  • ripristino di tutta la gamma di movimenti attivi e passivi nella caviglia.

La riabilitazione completa è un processo piuttosto lungo, che richiede da due settimane a due mesi. Il ripristino completo della funzione dell'arto ferito dipende dal grado di cambiamenti distrofici nella caviglia.

Il calco in gesso è stato rimosso dopo la frattura della caviglia, cosa fare dopo:

  1. Massaggia la zona della caviglia (purché non ci sia carico sulla gamba). Il massaggio dovrebbe iniziare immediatamente dopo aver rilasciato la gamba dalla benda, la durata va da 2 a 4 giorni. Questo metodo consente di ripristinare il flusso sanguigno e il deflusso del liquido linfatico, di stabilire processi metabolici nei tessuti, di preparare la gamba a un minimo sforzo fisico..
  2. Esercizi terapeutici volti a rafforzare i muscoli della schiena e un arto inferiore sano. Dura da 3 a 7 giorni.
  3. Esecuzione di uno speciale complesso di esercizi di fisioterapia, che comprende riscaldamento, esercizi senza ponderazione, esercizio su simulatori, brevi passeggiate con supporto su stampelle con una transizione graduale all'uso di un bastone. La durata di questa fase di riabilitazione dopo una frattura alla caviglia può richiedere da 1 a 5 settimane, a seconda della gravità della condizione.
  4. Procedure aggiuntive che consentono di compiere ulteriori progressi nel processo di riabilitazione e di aumentarne significativamente l'efficacia. Questi includono: auto-massaggio, nuoto, bagni terapeutici, revisione della dieta.

Quanto dura la riabilitazione della caviglia?

La durata della riabilitazione per le fratture della caviglia dipende da molti fattori:

  • l'età del paziente;
  • la presenza di dislocamento;
  • la complessità della frattura;
  • la presenza di complicanze;
  • valore nutrizionale;
  • eseguire un intervento chirurgico.

Questi punti influiscono sulla durata del cast. Questo periodo è direttamente proporzionale al grado di distrofia muscolare, a una diminuzione del flusso sanguigno dell'arto, nonché alla forza del tessuto osseo. Leggi come riparare l'articolazione della caviglia in caso di fratture in questo articolo..

La durata della riabilitazione dopo una frattura alla caviglia semplice in un giovane paziente è di circa 2-3 settimane.

Durante questo periodo di tempo, il paziente aumenta significativamente il tono muscolare, ripristina quasi completamente la densità ossea, l'attività del flusso sanguigno nell'area interessata.

Nei pazienti anziani, anche senza complicazioni, il periodo di riabilitazione dopo una frattura alla caviglia può durare per anni, che è associato a processi degenerativi nei tessuti ossei e muscolari.

Se parliamo della persona media che mangia normalmente e non ha gravi malattie croniche, il periodo di riabilitazione dopo una frattura complicata della caviglia può essere di circa 4-6 settimane.

In caso di intervento chirurgico, la durata della riabilitazione di solito aumenta di 7-10 giorni.

Passaggi: come sviluppare rapidamente una gamba a casa

Solo uno specialista qualificato dovrebbe essere impegnato nella selezione dello schema riabilitativo più adeguato dopo una frattura alla caviglia. Durante l'automedicazione, esiste un'alta probabilità di esecuzione errata o prematura di determinati esercizi, che può portare a gravi complicazioni (violazione dell'integrità del "callo").

Se il tuo obiettivo è la riabilitazione a tutti gli effetti, dopo una frattura alla caviglia, dovresti sintonizzarti su un "gioco lungo" durante il quale è altamente indesiderabile interrompere la dieta sviluppata e l'esercizio.

Di seguito sono riportate le istruzioni dettagliate per l'intero periodo di restauro delle normali prestazioni dell'arto inferiore..

Riscaldamento

Il riscaldamento è una fase preparatoria. Il suo obiettivo è aumentare il flusso sanguigno alla caviglia, migliorare l'efficienza dell'allenamento e prevenire lesioni. Il risultato desiderato si ottiene aumentando il tono muscolare.

È importante ricordare che qualsiasi misura di riabilitazione dopo una frattura alla caviglia dovrebbe iniziare con un riscaldamento..

Assegna il riscaldamento passivo e attivo. Il primo include impastare la caviglia e il piede con le mani. Il secondo si basa sul lavoro dei muscoli dell'arto inferiore e prevede l'implementazione di tali esercizi:

  1. Mentre sei in posizione supina, piega il ginocchio e ruota il piede. Esegui 10 giri alternativamente in senso orario e antiorario. Esegui questo esercizio con ciascun piede per 3-4 serie per 2 minuti.
  2. Nella stessa posizione prona, piega il piede verso e lontano da te per 2 minuti. È necessario completare 3-4 approcci.
  3. Fai l'esercizio in bici. Piegare le ginocchia, mentre si è sulla schiena, simulare la pedalata alternativamente avanti e indietro per 15-20 giri.
  4. Siediti in ginocchio con i talloni che si toccano e la parte posteriore del piede che tocca il pavimento. Trascorrere un minuto in questa posizione..
  5. Mettiti in piedi per tutta la tua altezza, quindi porta la gamba di lato e, posizionando il piede sull'alluce, esegui movimenti di rotazione alternativamente a destra e a sinistra per 15-20 ripetizioni.

Questi esercizi ti permetteranno di preparare le gambe alla ginnastica e alla terapia fisica il più possibile senza molto carico, il dolore e il disagio saranno significativamente ridotti, i muscoli indeboliti degli arti inferiori si tonificheranno e i legamenti si riscalderanno.

Ginnastica

La ginnastica terapeutica durante la riabilitazione dopo una frattura alla caviglia è accompagnata da un carico maggiore sulla caviglia. Può essere avviato solo dopo l'autorizzazione di uno specialista. Il medico valuterà la densità ossea e ti guiderà al passaggio successivo. Di solito, questi esercizi vengono iniziati 4-6 giorni dopo la rimozione del cast..

La principale differenza tra questa fase della riabilitazione è l'attenzione sullo stiramento dei legamenti, il ripristino della loro elasticità, nonché il graduale sviluppo delle articolazioni della caviglia.

Il più semplice, ma uno degli elementi più importanti della riabilitazione, il Dr. Bubnovsky chiama l'uso costante di solette ortopediche.

La ginnastica per la frattura della caviglia secondo Bubnovsky prevede i seguenti esercizi:

  1. Rotazione alternata del piede in piedi su una gamba o in posizione seduta. Per essere sicuri della correttezza dell'esercizio, osserva gli alluci, dovrebbero fare un cerchio.
  2. In piedi sul bordo del gradino con le calze in modo che i talloni pendono, tendendo i muscoli del polpaccio, iniziano a sollevare il corpo su e giù, aumentando gradualmente il numero di ripetizioni da 30 a 100.
  3. Avendo assunto una posizione supina, raddrizza gli alluci il più possibile, quindi esegui il movimento inverso con lo stesso sforzo. Fai l'esercizio per 2-3 minuti.
  4. Riunisci i piedi in modo che si tocchino l'un l'altro sulle superfici laterali. Quindi, allargali in modo che i bordi esterni del piede tocchino il pavimento e ritornino nella loro posizione originale. Dopo aver completato 30 ripetizioni, fai una pausa di un minuto, quindi ripeti l'esercizio altre 2 volte.
  5. Con la massima forza, alternativamente stringi e poi allarga le dita dei piedi, usando solo i muscoli delle gambe.

Video sull'esercizio di recupero: sviluppare la caviglia destra

Il video mostra esercizi di riabilitazione e ginnastica terapeutica dopo una frattura alla caviglia a casa.

Fisioterapia (terapia fisica)

La fisioterapia deve essere eseguita sotto la supervisione di un istruttore esperto che monitorerà la correttezza degli esercizi. La gamba ferita deve essere allenata a giorni alterni, poiché il callo non ha ancora il livello di densità richiesto e può essere danneggiato con uno sforzo troppo frequente.

Si consiglia di iniziare gli esercizi di fisioterapia 6-7 giorni dopo aver rimosso il calco in gesso.

Il complesso di terapia fisica per la riabilitazione dopo una frattura alla caviglia comprende i seguenti esercizi:

  1. Stand in modo che i piedi si tocchino con il bordo interno. Quindi sollevare le dita dei piedi per alcuni secondi, tornare alla posizione di partenza. Fai 2-3 serie da 30 ripetizioni.
  2. Fai rotolare uniformemente il piede dal tallone alla punta e alla schiena. Dare ad ogni gamba almeno 2-3 minuti.
  3. In posizione seduta, tendi i muscoli della coscia, mantenendoli in uno stato tonico per alcuni secondi, quindi rilassa completamente gli arti inferiori. Ripeti questo esercizio 15-20 volte.
  4. Un movimento rotatorio circolare alternativamente a destra e sinistra con entrambi i piedi.
  5. Appoggia il piede su una pallina. Rotolo avanti e indietro senza intoppi per diversi minuti.

La fisioterapia (terapia fisica), utilizzata durante la riabilitazione dopo una frattura alla caviglia con spostamento, non differisce dall'insieme di esercizi prescritti per i pazienti che non hanno avuto spostamento. Di norma, la presenza di spostamento posticipa l'allenamento di 4-5 giorni. La riabilitazione dopo aver rimosso il cast in caso di frattura della caviglia senza spostamento dura 2-3 settimane.

Un altro punto importante che dovrebbe essere prestato particolare attenzione durante la riabilitazione dopo la frattura della caviglia è l'elasticità del tendine di Achille. Questo fascio di tessuto connettivo è uno dei più grandi e più superficialmente situati nel corpo umano. È lui che soffre principalmente a causa dell'usura prolungata di un calco in gesso nella zona della caviglia.

La mancanza di carichi adeguati sul tendine, il deterioramento del suo trofismo porta a una diminuzione dell'elasticità, a un aumento della probabilità di rottura traumatica al ritorno all'attività fisica quotidiana.

A questo proposito, si raccomanda di includere tali allenamenti nel complesso della terapia fisica:

  • Heel Squat.
  • Vitelli Alza.
  • Allungando i muscoli del polpaccio con il piede contro il muro. Per fare questo, devi alzare la gamba a un livello leggermente sopra il ginocchio, premere con forza la suola contro il muro in modo che il tallone non si stacchi. Trascorrere 40-60 secondi in questa posizione, ripetere l'esercizio altre 2-3 volte.

Video consigli: modi per allungare il muscolo del polpaccio

Questo video presenta 5 esercizi efficaci su come sviluppare il tendine di Achille dopo una frattura alla caviglia, allungare il muscolo del polpaccio.

Esercizi dopo la frattura della caviglia

La frattura della caviglia è una lesione molto comune alla gamba. Può verificarsi in persone di tutte le età, ma è più comune nelle persone anziane. I metodi di trattamento sono sempre determinati dal medico, ma indipendentemente dal metodo scelto, è richiesta un'applicazione a lungo termine di un calco in gesso. Dopo la sua rimozione, la riabilitazione e gli esercizi corretti sono molto importanti, che aiuteranno a rimuovere il gonfiore della gamba, ripristinare i muscoli e i loro tendini e rafforzare i legamenti.

Questa selezione consiste in esercizi efficaci, ma abbastanza semplici da eseguire a casa. Saranno anche utili per distorsioni e sublussazioni della caviglia..

I vestiti devono essere larghi, le scarpe devono essere rimosse. Esegui tutti gli esercizi (specialmente i primi giorni) in modo uniforme e graduale. Ricorda il principio importante: "Sopporta il dolore debole, forte - non permetterlo".

Esegui l'esercizio di Towel Stretch fino a quando la gamba non viene utilizzata per il carico.

Allungando con un asciugamano

Seduto sul pavimento con la gamba di lavoro estesa davanti a te. Tirare la punta del piede verso di te con un asciugamano, mantenendo la gamba dritta. Tenere premuto per 15-30 secondi. Ripeti 3 volte.

Allungando la parte posteriore della gamba

In piedi di fronte al muro, le mani sono appoggiate all'altezza degli occhi. Il tallone della gamba sviluppata è appoggiato sul pavimento con le dita rivolte diritte. Piegati lentamente in avanti fino a sentire un allungamento nella parte posteriore della gamba. Mantieni l'allungamento per 15-30 secondi. Ritorna alla posizione iniziale. Ripeti 3 volte.

Allungamento del polpaccio

In piedi di fronte al muro, le braccia poggiano a livello del torace. Il tallone del piede sviluppato (posteriore) tocca il pavimento con le dita rivolte diritte. Piega il ginocchio della gamba posteriore e inclinati delicatamente contro il muro fino a sentire un allungamento nella parte inferiore della gamba. Mantieni l'allungamento per 15-30 secondi. Ritorna alla posizione iniziale. Ripeti 3 volte.

Rotazione delle dita in un cerchio

Seduto o sdraiato sulla schiena con le gambe dritte. Tirare le dita dei piedi della gamba sviluppata verso il corpo, quindi allontanarlo. Successivamente, ruota le dita dei piedi verso la gamba sana, quindi allontanati da essa. Alla fine, fai 10 movimenti circolari con la caviglia in ogni direzione. Cerca di muovere solo la punta del piede, il resto della gamba dovrebbe essere immobile.

Resistenza alla caviglia

Siediti sul pavimento di fronte alla porta. Utilizzando un anello, fissare un'estremità dell'espansore alla punta della gamba sviluppata, l'altra estremità alla porta. Allontanati dalla porta fino a quando senti una tensione sufficiente. Tenendo la gamba dritta, tira la punta verso di te, allungando l'espansore. Ritorna lentamente alla posizione iniziale. 2 serie da 15 ripetizioni.

Tensione alla caviglia

Seduto sul pavimento con la gamba di lavoro estesa davanti a te. Avvolgi un'estremità dell'elastico o un espansore attorno alla punta della gamba dolorante, tieni l'altra estremità con entrambe le mani. Spingi delicatamente l'elastico con la punta del piede, allungandolo. Ritorna alla posizione iniziale. 2 serie da 15 ripetizioni.

Caviglia verso l'interno

Seduto sul pavimento, la gamba di lavoro è estesa e più vicina alla porta, la buona gamba è piegata al ginocchio. Con un'estremità di un elastico o un espansore, avvolgi la punta della gamba dolorante, fissa l'altra estremità a una porta o qualsiasi oggetto fisso a livello della caviglia. Inclinare delicatamente la calza verso l'interno allungando l'elastico. Ritorna alla posizione iniziale. 2 serie da 15 ripetizioni.

Caviglia fuori

Seduto sul pavimento, la gamba di lavoro è estesa e più lontano dalla porta, la buona gamba è piegata al ginocchio. Con un'estremità di un elastico o un espansore, avvolgi la punta della gamba dolorante, fissa l'altra estremità a una porta o qualsiasi oggetto fisso a livello della caviglia. Inclinare delicatamente la calza verso l'esterno allungando l'elastico. Ritorna alla posizione iniziale. 2 serie da 15 ripetizioni.

Quando riesci a stare in piedi sulla gamba ferita senza dolore, procedi con i seguenti esercizi.

Rafforzare Achille

In piedi dietro una sedia (necessario per il supporto), i piedi alla larghezza delle spalle. Mettiti in punta di piedi e mantieni questa posizione per 5 secondi. Quindi abbassati delicatamente verso il basso. L'esercizio sarà più efficace se non ti aggrapperai allo schienale della sedia durante l'esecuzione. Non appena l'esercizio non è più difficile per te, prova a eseguirlo esclusivamente con la gamba sviluppata. 2 serie da 15 ripetizioni.

Fai un passo avanti

Stand con una gamba sviluppata su un supporto alto 20-25 cm La seconda gamba è sul pavimento. Trasferisci il peso sulla gamba sviluppata sul supporto e sollevati come su un gradino. Ritorna lentamente alla posizione iniziale. 2 serie da 15 ripetizioni.

Rapimento di gambe sdraiate

Sdraiato su un fianco, la mano sotto la testa. Alza la gamba al soffitto di 25-30 cm dal pavimento. Tieni la gamba dritta, quindi abbassala delicatamente. 2 serie da 15 ripetizioni.

Esercizi di equilibrio

In piedi accanto alla sedia (necessaria per il supporto), la gamba sviluppata più lontana dalla sedia. Mettiti in piedi sulla gamba dolorante e piega leggermente il ginocchio. Sollevare il tallone dal pavimento e tenerlo in questa posizione.

Saldo 1

Con la mano più lontana dalla sedia, allungati in avanti e inclinati leggermente. Quindi tornare alla posizione iniziale. Non piegare più il ginocchio durante l'esercizio. 2 serie da 15 ripetizioni.

Saldo 2

Con la mano più lontana dalla sedia, allunga la mano verso la sedia e scendi. Non piegare più il ginocchio durante l'esercizio. 2 serie da 15 ripetizioni.

Esercizi di bilanciamento della piattaforma

Stare sulla piattaforma dell'equilibrio. Posizione ottimale: piedi alla larghezza dei fianchi.

Inclinazione della piattaforma

Inclinare la piattaforma in avanti, quindi all'indietro, 30 volte in ciascuna direzione. Quindi ripetiamo gli esercizi ai lati, anche per 30. Inizialmente, per il supporto, è necessario mantenere un supporto fisso.

Rotazione della piattaforma

  • Ruotare la piattaforma di bilanciamento in senso orario in modo che il bordo sia costantemente a contatto con il pavimento, quindi in senso antiorario. Ripeti 30 volte in ciascuna direzione.
  • Ruotare la piattaforma di bilanciamento in senso orario in modo che il bordo non tocchi il pavimento, quindi in senso antiorario. Ripeti 30 volte in ciascuna direzione.

Equilibrio sulla piattaforma

Mantenere l'equilibrio sulla piattaforma in modo che i bordi della piattaforma non tocchino il pavimento. Cerca di mantenere l'equilibrio per 2 minuti.

Una volta che puoi facilmente iniziare a fare gli esercizi su due gambe, prova a ripeterli, in piedi solo sulla gamba sviluppata. Assicurati di avere una solida base vicino a te per aiutarti se perdi l'equilibrio!

E 'Importante Conoscere La Gotta