Una schiena sana non è un sogno, ma una realtà se una persona non è pigra per farlo. Gli esercizi in acqua per la colonna vertebrale offrono l'opportunità di iniziare il lavoro dei muscoli della schiena con il minimo stress. In acqua, la forza di gravità non agisce sulla colonna vertebrale, che la libera dalle prove che accompagnano sulla terra. Questa funzione consente una serie di corsi di formazione terapeutica per osteocondrosi, scoliosi, ernia e recupero dopo chirurgia spinale.

Benefici della ginnastica in acqua per la colonna vertebrale

La ginnastica acquatica terapeutica si è diffusa grazie alla sua efficacia. Il vantaggio principale di tali esercizi per la colonna vertebrale è che, indipendentemente dall'attività fisica, la forza d'impatto su di essa è minima. Ciò è dovuto al fatto che quando è immerso in acqua, il corpo umano diventa "senza peso". Tuttavia, anche il liquido ha una reazione, che aumenta all'aumentare del ritmo e dell'ampiezza dei movimenti. L'essenza degli esercizi terapeutici in acqua per la colonna vertebrale è nota e la sua efficacia è stata dimostrata.

Le azioni rapide sono trattenute dall'acqua, mentre le azioni lente causano poca resistenza. Inoltre, per garantire l'equilibrio, vengono attivati ​​i muscoli autoctoni profondi, che non sono coinvolti nel movimento normale e quindi sono poco sviluppati. Per questo motivo, qualsiasi persona può eseguire tali esercizi, anche con problemi al sistema muscoloscheletrico. Gli esercizi terapeutici hanno un effetto positivo non solo sui muscoli e sulla colonna vertebrale, ma anche sul corpo:

C'è un aumento della circolazione sanguigna. La respirazione diventa più piena, più profonda, aumentando così il volume vitale dei polmoni. Il corpo si indurisce, aumenta la resistenza alle infezioni. Lo stato emotivo generale migliora.

Indicazioni per le procedure idriche

Per fermare lo sviluppo di malattie del sistema muscoloscheletrico, sono in grado di eseguire esercizi terapeutici in acqua - terapia di idrocinesi. Inoltre, tali esercizi hanno un effetto benefico sul ripristino delle funzioni motorie e della mobilità della colonna vertebrale e aumentano il tono muscolare. Esiste una grande varietà di tecniche progettate per risolvere problemi con il sistema muscolo-scheletrico. Sono indicati per le seguenti malattie e condizioni della colonna vertebrale:

Cifosi. Osteocondrosi. Scoliosi. Ernia intervertebrale Lesioni. Riabilitazione postoperatoria.

Tipi di esercizi in acqua per la colonna vertebrale

L'acqua offre una serie di benefici che consentono di eseguire esercizi volti a migliorare la colonna vertebrale: rafforzare i muscoli della schiena, ridurre il dolore, ripristinare le funzioni motorie. A seconda della specificità della malattia, vengono offerti tipi di trattamento. Le differenze negli esercizi si concentrano su una certa parte della colonna vertebrale, sul gruppo muscolare e sull'intensità del carico di energia. Loro includono:

Allungamento della colonna vertebrale, Rafforzamento della struttura muscolare, Esercizi per ernie intervertebrali, Esercizi dopo l'intervento chirurgico.

Allungamento della colonna vertebrale

Questo tipo di esercizio è prescritto dopo un esame adeguato, durante la diagnosi di malattie come l'ernia spinale, la scoliosi. Sono noti diversi tipi di trazione: orizzontale, verticale, quando il corpo si abbassa, tirando sotto l'influenza dei carichi. Il principio di base di questo esercizio è allineare la colonna vertebrale usando dispositivi speciali. Un'opzione delicata è lo stretching con smagliature, il cui ruolo è svolto dalle corde che separano le corsie di nuoto:

Per questo esercizio, sdraiati con la schiena sulla corda, allunga le braccia sopra la testa e metti i piedi sull'acqua. Questa posa aiuta a allenare i muscoli del torace. L'esercizio viene eseguito in un paio di minuti, il che è sufficiente per la prevenzione della scoliosi, la curvatura e il trattamento della curvatura della colonna vertebrale.

Una variazione di questo esercizio è la trazione addominale. Viene eseguito in una maschera a causa del fatto che il viso è immerso nell'acqua. È consentito appoggiarsi sul lato. Metodi di stretching più seri vengono eseguiti utilizzando dispositivi e sotto la supervisione di uno specialista, in modo da non danneggiare te stesso con l'ignoranza e non aggravare i problemi alla schiena con movimenti impropri.

Un altro metodo di allungamento viene effettuato utilizzando uno scudo su cui giace il paziente. La struttura viene abbassata nell'acqua con un angolo di 45 gradi. La posizione del corpo su un letto duro provoca allungamento spontaneo. Questo tipo di trazione non è mostrato a tutti, è prescritto solo da medici sportivi, ma viene effettuato sotto la costante supervisione di uno specialista in una piccola piscina.

Esercizi di ernia spinale

Durante i periodi di remissione si raccomanda la terapia con idrocinesi o esercizi in acqua per la colonna vertebrale con ernia. Sono anche prescritti dopo il trattamento chirurgico di un'ernia, ma non prima di un mese e mezzo dopo l'intervento chirurgico. Il complesso viene selezionato individualmente, tenendo conto delle condizioni del paziente. Tali lezioni si svolgono con la partecipazione di uno specialista qualificato. Il metodo più popolare di terapia fisica per l'ernia è il nuoto - gattonare, sulla schiena o lo scorrimento libero. Aiuta a rafforzare i muscoli, a ridurre il peso corporeo.

Il nuoto agisce sia come un tipo di esercizio indipendente, sia come uno aggiuntivo, che viene effettuato durante il periodo di riposo. Un tale complesso spegne le rotazioni del corpo, la rotazione delle braccia, delle gambe. Una sessione di terapia con idrocinesi dura non più di due ore e un'ora e mezza sono dedicate agli esercizi e il tempo rimanente viene utilizzato per il nuoto. Oltre al nuoto, nel trattamento dell'ernia intervertebrale, sono raccomandati vari metodi di trazione, che vengono eseguiti solo sotto la supervisione di uno specialista. Con un'ernia della colonna vertebrale, viene prescritto l'idromassaggio. Contribuisce a:

alleviare la tensione nella colonna vertebrale, migliorare la circolazione sanguigna, apporto di nutrienti, aumentare la portata del sangue, alleviare lo stress articolare, stimolare la contrazione delle vene e aumentare la circolazione sanguigna.

Per rafforzare la schiena

La maggior parte degli esercizi prevede il rafforzamento dei muscoli della schiena, necessario per mantenere la postura. Includono tutti i tipi di curve, curve, squat, combinati con i movimenti delle braccia e delle gambe. Hanno lo scopo di rafforzare i muscoli e garantire l'attivazione dei muscoli a riposo. Elenchiamo alcuni di essi:

Avrai bisogno di una palla di gomma per questo esercizio. Metti le mani sul fondo. Stringi la palla con i piedi e abbassa le gambe dritte con la palla sott'acqua. Ripeti l'esercizio 12 volte. Stando in piedi sul petto in acqua, esegui un'oscillazione elastica da un lato all'altro, le tue mani in questo momento possono essere in una posizione arbitraria. L'esercizio viene ripetuto almeno 10 volte. Entra in acqua fino alle spalle e fai oscillare le gambe sott'acqua, 10 volte ciascuna.

Una serie di esercizi dopo l'intervento chirurgico alla colonna vertebrale

Numerose malattie, inclusa l'ernia intervertebrale, richiedono un intervento chirurgico. Qualsiasi operazione sull'asse principale del corpo comporta un periodo di recupero difficile, che può essere facilitato da esercizi speciali. L'insieme di misure è selezionato dal medico curante, tenendo conto della gravità dell'operazione e delle condizioni generali. L'esercizio fisico inizia 6-7 settimane dopo l'intervento chirurgico. Il complesso di recupero può includere i seguenti esercizi:

Dovresti iniziare con la cosa più semplice: sdraiarti sulla schiena sull'acqua. Per fare questo, si sdraiano sull'acqua, mettono le braccia e le gambe ai lati, si scopre un "asterisco", si trovano lì per 5-10 minuti. A poco a poco, il tempo viene aumentato a mezz'ora e integrato con i movimenti delle braccia e delle gambe lungo la superficie dell'acqua. Per ripristinare la mobilità della colonna vertebrale, le flessioni del corpo vengono eseguite mentre si è in acqua fino al petto. I movimenti di rotazione del tronco e del bacino, alternativamente in una direzione e nell'altra, sono ben consigliati. Rafforza i muscoli della schiena facendo oscillare le gambe. Possono essere eseguiti in posizione eretta e seduta. Dovresti iniziare con un set di 5 altalene su ciascuna gamba. Quindi aumenta il numero di approcci e movimenti. In una fase successiva del recupero, iniziano gli esercizi di resistenza. Per fare questo, utilizzare manubri e cinture con pesi. Tali esercizi, come il resto, vengono eseguiti sotto la supervisione di un istruttore di terapia fisica.

Controindicazioni alla terapia con idrocinesi

I benefici dell'esercizio fisico in acqua sono innegabili, tuttavia ci sono condizioni in cui dovranno essere posticipati. L'elenco delle controindicazioni per la terapia dell'idrocinesi comprende malattie della pelle, presenza di ulcere, ferite aperte, malattie cardiache, malattie veneree e infettive, elmintiasi, malattie cardiache, sanguinamento vaginale, aumento della temperatura corporea, periodo post-operatorio precoce.

Centri di fisioterapia in piscina

A causa della significativa diffusione delle malattie del sistema muscolo-scheletrico nelle città, ci sono un gran numero di istituti che offrono servizi a pagamento per ripristinare la salute. La maggior parte dei centri medici offre esami supplementari. Il costo dei servizi offerti dipende dal set di attività, dall'attrezzatura utilizzata, dalla presenza dell'istruttore e dal tipo di lezione (individuale o di gruppo). Puoi conoscere i prezzi nei centri medici con piscine a Mosca e San Pietroburgo nella nostra tabella:

Nome del centro medico, indirizzo

Tipo di servizio

Prezzo in rub

Policlinico №1, Mosca, per. Sivtsev Vrazhek, 26/28

Appuntamento medico iniziale per terapia fisica

- gruppo (gruppi da 5 persone)

Nuoto gratuito per 30 minuti

- gruppo (da 5 persone)

Centro medico "Nuovo passo" Mosca, M. Sportivnaya

st. Casa Luzhniki 24/9

Elaborazione di un programma di riabilitazione

Centro medico europeo di Mosca st. Schepkina, 35

"ApexMed", San Pietroburgo. Karavannaya, casa 8, lit. E

FSBI "SZFMITS im. V. A. Almazov "Ministero della Sanità della Russia, San Pietroburgo, Parkhomenko Ave., 15

- lezione individuale, 60 min

Video: come nuotare con un'ernia della colonna vertebrale

Il trattamento dell'ernia spinale comprende una serie di metodi, tra cui la chirurgia e le tecniche conservative. Prima di sbarazzarsi di un'ernia con un bisturi, dovresti provare a correggere la situazione con la terapia fisica. Gli esercizi terapeutici più efficaci, secondo gli esperti, sono le attività acquatiche, tra cui il nuoto occupa un posto speciale. Tuttavia, non tutti i tipi di nuoto possono essere utili. L'istruttore di terapia fisica spiega come scegliere le giuste procedure idriche per il trattamento di un'ernia della colonna vertebrale:

Una serie di esercizi per la colonna vertebrale in piscina

Per ricaricare la salute con l'aiuto di esercizi fisici in acqua per la colonna vertebrale, Aleksandra Bonina offre sette esercizi per la schiena. L'insieme di esercizi offerti da lei aiuta ad affrontare uno dei problemi più comuni: l'osteocondrosi. Comincia a eseguire il complesso con un riscaldamento o una ginnastica articolare, che include inclinazioni del busto, rotazioni circolari della testa, delle braccia e dei piedi. Gli esercizi di respirazione lo completano. Puoi vedere l'intero allenamento guardando un video da YouTube:

Il dolore nella regione lombare è familiare a tutti, ma vale la pena sapere che a volte un disagio innocuo può essere un segnale per l'insorgenza di una malattia come un'ernia della colonna vertebrale.

Cos'è un'ernia?

Per capire cos'è un'ernia lombare, è necessario considerare la struttura della colonna vertebrale.

Tutte le vertebre si trovano a breve distanza l'una dall'altra, il che fornisce alla colonna vertebrale flessibilità e assorbimento degli urti. In questo caso, gli spazi intervertebrali della colonna lombare sono di un ordine di grandezza inferiore a quelli della colonna cervicale o toracica..

La distanza tra le vertebre è occupata da dischi - formazioni di tessuto fibroso con contenuto liquido. Nel caso in cui i dischi intervertebrali siano danneggiati, il contenuto viene versato nel canale spinale. Questo fenomeno si chiama ernia e comporta un pericolo sotto forma di pizzicamento delle terminazioni nervose.

È importante saperlo! Se il trattamento dell'ernia non viene avviato in tempo, il problema corre il rischio di provocare la paralisi del tronco inferiore..

Non è difficile riconoscere un'ernia da soli: tutti i sintomi della malattia sono localizzati principalmente nella parte della colonna vertebrale in cui è stato danneggiato il disco intervertebrale. Cioè, una persona che si trova di fronte a un'ernia della colonna lombare può sentire:

mal di schiena lombare; sensazione di rigidità, intorpidimento alla schiena; acuti attacchi di dolore, che sono chiamati "lombalgie"; disagio durante l'attività fisica, principalmente quando si piega ai lati; dolore che si irradia alla zona delle gambe: sensazioni di formicolio, bruciore, intorpidimento.

Come con qualsiasi malattia, il quadro sintomatico si sviluppa gradualmente e una leggera sensazione di disagio nel tempo lascia il posto a gravi sensazioni di dolore, che causano una diminuzione della qualità della vita e possono causare varie lesioni funzionali e organiche.

Importante! Con un lungo decorso della malattia di un'ernia della colonna lombare, esiste il rischio di patologia del sistema urinario e dell'intestino.

Il nuoto è spesso identificato come metodo di trattamento indipendente. Tuttavia, prima di andare in piscina, è necessario scoprire se il nuoto può essere fatto con questa malattia e se c'è un beneficio pratico da questo tipo di attività fisica..

Tipi di nuoto con un'ernia

La colonna vertebrale nella regione lombare assume una parte significativa del carico: è noto che questa parte della colonna vertebrale percepisce qualsiasi peso in venti volte la dimensione. Pertanto, non c'è nulla di sorprendente nel fatto che è la parte bassa della schiena che spesso diventa il sito dell'aspetto dell'ernia..

Attenzione! Le procedure idriche forniscono un effetto terapeutico e profilattico duraturo riducendo il carico sulle vertebre e rafforzando il corsetto muscolare, che assume una parte significativa del carico funzionale sulla colonna vertebrale.

Naturalmente, nuotare con un'ernia dovrebbe essere abbastanza gentile da non esacerbare la malattia. Considerando la domanda su quali tipi di nuoto sono adatti, si dovrebbe notare che gli esercizi speciali eseguiti in acqua sono sicuri ed efficaci, alcuni dei quali richiedono dispositivi speciali.

Esercizio in acqua

Gli esercizi in acqua per un'ernia devono essere eseguiti regolarmente, ma allo stesso tempo, evitando spiacevoli sensazioni nella regione lombare, che sono il risultato di un aumento del carico sulla colonna vertebrale.
I seguenti esercizi sono molto efficaci:

Camminando in acqua

L'esercizio prevede di camminare normalmente in acqua, sollevando il più possibile le ginocchia. Allo stesso tempo, le mani dovrebbero coordinare la posizione del corpo e assomigliare ai movimenti quando si corre o si scia.

Il tempo stimato per completare questo esercizio è di cinque minuti..

Giri laterali

L'esercizio è una rotazione regolare della metà superiore del corpo con una posizione statica delle gambe e della parte bassa della schiena. In questo caso, le mani possono essere posizionate parallelamente al pavimento o appoggiate sulla cintura..

Il tempo di allenamento è di 3-5 minuti..

Scivolare

Questo esercizio ti consente di rilassare i muscoli della schiena e dare alla colonna vertebrale una posizione anatomicamente corretta. Per fare questo, devi sdraiarti sullo stomaco, allungare le braccia sopra la testa e, spingendo i piedi dal lato della piscina, far scivolare le gambe insieme sulla superficie dell'acqua.

L'esercizio deve essere ripetuto da quattro a cinque volte..

Dopo due mesi di allenamento regolare e in assenza di dolore, puoi complicare il programma aggiungendo stili di nuoto:

sul retro; strisciare; rana; con tavola.

Controindicazioni

Esistono numerose controindicazioni per il nuoto con un'ernia, la cui violazione può causare esacerbazione e aggravamento della malattia. Fondamentalmente, il nuoto dovrebbe essere abbandonato se la malattia è in una fase acuta e la persona ha un forte dolore..

Vale anche la pena rifiutare di eseguire un esercizio che provoca dolore all'ernia. In questo caso, è consigliabile sostituire l'esercizio con un esercizio più delicato..

È importante che un istruttore professionista supervisioni la tecnica di esecuzione, quindi la domanda se il nuoto sia utile per un'ernia della colonna lombare riceverà una risposta positiva ferma e consentirà di ottenere un risultato pronunciato nel trattamento e nella prevenzione della patologia.

Aerobica in acqua per un'ernia della colonna vertebrale: raccomandazioni per l'esercizio

I dischi ernia di diverse parti della colonna vertebrale non sono un fenomeno molto raro, il motivo è uno stile di vita sedentario, carichi irregolari del sistema muscolo-scheletrico, lesioni, disturbi metabolici, fattori ereditari e altro.

Il nuoto contribuisce alla prevenzione di queste malattie e al trattamento in remissione..

Allunga bene la schiena, rafforza i muscoli, aiuta a stabilizzare i processi metabolici e la circolazione sanguigna, l'acqua non consente di fare movimenti troppo vigorosi carichi di lesioni.

Questa divertente attività è utile per molte persone con mal di schiena, ma non per tutti..

Bisognerebbe prestare attenzione ai problemi del corretto nuoto con protuberanze della colonna vertebrale e degli esercizi di ginnastica in acqua, utili in questi casi.

I benefici del nuoto per il sistema muscolo-scheletrico

I dischi vertebrali sono sottoposti a notevoli sforzi su base giornaliera a causa della pressione del peso corporeo. Se non li scarichi, nel tempo il flusso sanguigno peggiora e, con l'età, anche le vertebre perdono flessibilità..

L'aerobica in acqua e il nuoto hanno effetti benefici sulla colonna vertebrale e su altri organi, in particolare:

  • Si rilassano, perché il corpo perde peso in acqua, quindi non vi è alcun carico sulla colonna vertebrale, per questo motivo, i dischi si raddrizzano.
  • In assenza di compressione, le articolazioni funzionano in modo efficace, ripristinano la mobilità e la facilità di movimento. Praticamente prendono una pausa dallo stress costante e serio..
  • Il nuoto è un ottimo allenamento muscolare e tutti i gruppi muscolari sono coinvolti in diversi tipi di nuoto. Ciò è particolarmente utile per i muscoli interni profondi che aiutano a sostenere le vertebre. In condizioni normali, si atrofizzano per inazione..

Inoltre, a causa dell'aumento del volume polmonare, la respirazione è migliorata e la normalizzazione della circolazione sanguigna durante il nuoto porta a un migliore apporto di ossigeno a tutti i tessuti. C'è anche un indurimento del corpo e un aumento dell'immunità. Un ottimo umore che accompagna il nuoto porta a dormire meglio..

Interessante! Per una sessione di 45 minuti in piscina, una persona cresce di un centimetro e mezzo.

Nuoto con un'ernia intervertebrale

Le ernie intervertebrali sono gravi malattie della cresta che devono essere trattate a lungo con metodi conservativi. Il nuoto, creando le condizioni ideali per il suo riposo e rilassamento, accelera il processo di riabilitazione delle deformità spinali.

Quali sono i benefici per la colonna vertebrale

Il nuoto ha un grande effetto sulla colonna vertebrale in generale e, in particolare, aiuta a migliorare la condizione in caso di problemi di ernia intervertebrale:

  • Riduce il dolore derivante dallo spasmo dei muscoli vertebrali, che si rilassano in acqua.
  • I processi metabolici nei tessuti vicini sono normalizzati, migliora l'afflusso di sangue alle aree problematiche della colonna vertebrale.
  • I muscoli che supportano le vertebre vengono rafforzati, il che riduce il carico su di esse, riduce la compressione e consente loro di raddrizzare.
  • Migliora il coordinamento dei movimenti sostenendo il corpo con l'acqua.
  • Rallenta le deformità della colonna vertebrale.

Ma per i pazienti con ernia della colonna vertebrale, non tutti i tipi di nuoto sono accettabili; una serie di esercizi per loro è sviluppata da specialisti. Tutte le lezioni sono tenute sotto il loro controllo..

Esistono alcune regole generali per queste categorie di pazienti:

  1. Le lezioni dovrebbero svolgersi 2-3 volte a settimana e durare circa un'ora.
  2. È utile continuare questo ciclo di trattamento per sei mesi, quindi visitare la piscina almeno 5 volte al mese..
  3. La temperatura dell'acqua durante l'allenamento iniziale non deve essere inferiore a 28 gradi, quindi diminuire gradualmente, raggiungendo i 23 gradi in 2-3 settimane.
  4. L'efficacia delle procedure aumenta con la corretta respirazione: inspirare profondamente ed espirare rapidamente.

Controindicazioni

Le procedure di nuoto (e terapia fisica) non sono raccomandate nella fase acuta della malattia con forte dolore, sono iniziate con remissione stabile e nel periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico in accordo con il medico.

Non puoi nuotare con superlavoro e ipotermia e, al termine dell'allenamento, è necessario riscaldare il corpo con l'aiuto di diversi esercizi, fare una doccia a contrasto e strofinare attivamente con un asciugamano.

Il nuoto è controindicato:

  • Per malattia renale acuta.
  • Quando la temperatura corporea è alta.
  • Se l'ernia è accompagnata da gravi malattie cardiache (difetti), polmoni o altri organi.
  • Con metastasi di tumori alla colonna vertebrale.
  • Con tendenza a convulsioni o epilessia.
  • Non praticarli per alcune malattie della pelle, incl. eczema piangente.
  • Se è allergico al cloro e ad altri disinfettanti.

Video: "Trattamento di un'ernia con nuoto"

Come nuotare correttamente con ernie vertebre

La chiave per il successo del trattamento dell'ernia del disco è la scelta del giusto stile di nuoto.

La natura delle patologie deve essere presa in considerazione, vale a dire:

  • Se la colonna vertebrale è compressa nella regione toracica, è utile nuotare sulla schiena. Questo stimola lo sviluppo di curve fisiologiche e il nuoto sullo stomaco peggiora il processo di remissione..
  • Se la schiena è eccessivamente arcuata, non dovresti nuotare su di essa. Altrimenti, il crescente carico della regione della spalla provocherà una curvatura ancora maggiore..
  • I pazienti indeboliti, anziani o non allenati non sono invitati a gattonare movimenti che richiedono una maggiore tensione muscolare.

Quali stili possono essere usati

Per il nuoto terapeutico, gli stili preferiti sono il dorso, la rana, il gattonare e il pecorino.

Maggiori informazioni su ciascuno di essi:

  1. Quando nuota sulla schiena, si rilassa, il carico sulla cartilagine e sulle vertebre è minimo e tutti i gruppi muscolari (spalla, dorsale, femorale, gluteo) lavorano intensamente. Questo tipo di trattamento dell'acqua è utile per qualsiasi tipo di ernia, allevia il dolore anche con processi avanzati. Solo una netta transizione verso una posizione verticale è dannosa, irta di spostamento delle vertebre. Per evitare ciò, devi prima capovolgerti sullo stomaco, quindi stare sul fondo della piscina..
  2. Il rana non è il tipo più energico di nuoto, rafforza bene i muscoli pettorali e della schiena. È usato per l'ernia lombare e toracica. Con la patologia cervicale, è possibile solo nelle fasi iniziali della malattia con una leggera deformazione dei dischi. Si consiglia di tenere sempre la schiena dritta mentre si nuota, non fare movimenti bruschi con le braccia e le gambe e non si può nemmeno sviluppare alta velocità. È meglio rilassarsi e cercare di includere tutti i gruppi muscolari nel processo, trarne solo piacere. Si consiglia inoltre di lavorare con le gambe, come nel gattonare, perché i loro movimenti energetici creano pressione sulle vertebre, che possono peggiorare la condizione.
  3. Il nuoto a gattoni - una tecnica veloce ed energica - non è raccomandato per problemi respiratori e muscoli scarsamente allenati. Questo stile è adatto solo per le fasi iniziali delle malattie cervicali o toraciche..
  4. Tutti possono nuotare "come un cane" perché in questo stile, i movimenti sono lenti, i muscoli non sono sovraccarichi e la colonna vertebrale si rilassa bene.

Affinché il trattamento porti il ​​massimo beneficio, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • I movimenti dovrebbero essere fluidi e non veloci.
  • Tutti i gruppi muscolari devono essere caricati in modo uniforme.
  • I loro carichi dovrebbero essere alternati al rilassamento..
  • Cambia immediatamente il tuo stile di nuoto quando si verifica il dolore.
  • Dopo l'allenamento in piscina, è utile indossare una cintura per l'aerobica in acqua, rilassarsi un po 'di più, appendere verticalmente in acqua.

Quali stili sono controindicati

Il nuoto terapeutico per le vertebre erniate è limitato in termini di scelta dello stile:

  1. La farfalla include movimenti complessi, per i dilettanti è irta di microtraumi della cartilagine della parte bassa della schiena e dell'osso sacro. Questo stile può provocare una ricaduta della malattia..
  2. Il gattonamento non è raccomandato per l'ernia estesa del segmento lombare. È pericoloso dalla torsione asimmetrica delle vertebre, che aumenta il dolore e aggrava il decorso della malattia..
  3. La rana non è desiderabile per le sporgenze della cresta cervico-toracica.

Avvertenze specialistiche:

  • Con dolore e screpolature del collo, non sforzarlo, questo porterà ad un aumento della congestione spinale, mal di testa e vertigini.
  • In caso di mal di schiena, quando si nuota "come una rana", i movimenti improvvisi sono controindicati. Giri rapidi del corpo aumentano la sindrome da compressione.
  • L'ingresso e l'uscita dal pool devono essere supportati solo dai corrimano.
  • Saltare in piscina e lateralmente, torcere e movimenti veloci sono molto pericolosi.

Video: "I modi più efficaci per nuotare con un'ernia della colonna vertebrale"

Ginnastica acquatica: una serie di esercizi per l'ernia intervertebrale

Gli esercizi sull'acqua o la terapia con idrocinesi vengono eseguiti durante il periodo di recupero, durante la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico, ma non prima di un mese e mezzo dopo. In ogni caso, viene sviluppato un complesso di miglioramento della salute individuale, che si svolge sotto la supervisione di uno specialista.

È utile eseguire questi esercizi con pinne, maschere da snorkeling e altri dispositivi speciali. In questo caso, non puoi ipotermia, esercizio fisico dopo aver mangiato.

Complesso per la colonna cervicale

  • Metronomo. Girando il collo alternativamente a sinistra e a destra, indugiando in ogni posizione per 10 secondi. Quando cambi posizione, tieni la testa dritta, la schiena dritta e le mani sulle ginocchia.
  • Primavera. L'esercizio è simile al precedente, ma la testa è inclinata rispetto alla spalla quando si gira.
  • Telaio. La testa si piega a sinistra o a destra, la mano opposta è dietro la testa.
  • Aereo. Mani in orizzontale, guardando avanti. Quindi la mano sinistra sale e la mano destra scende. Successivamente, la posizione delle mani cambia. La schiena è sempre dritta.
  • Airone. Piega lentamente la testa all'indietro il più possibile con la schiena dritta, quindi raddrizza.

Esegui questi esercizi mentre sei seduto in acqua lungo la spalla con la schiena il più dritta possibile.

Complesso per la regione toracica

  • Sdraiati con la schiena sulla corda tra le corsie della piscina, allungando le braccia sopra la testa, con le gambe distese con calma. Questo è un buon tratto per lo sterno..
  • Tenendo una corda con le mani, abbassa le gambe all'altra. Allunga la colonna vertebrale e guarisce le deformità. Puoi anche sdraiarti sullo stomaco con una maschera.
  • Le gambe sono sul lato e il bacino lo tocca, la schiena giace sull'acqua, le braccia sono divaricate. Rilassati a mentire con gli occhi chiusi per dieci minuti.
  • Cammina con ampi passi sull'acqua raggiungendo il petto, sollevando le gambe in alto. Fai movimenti con le mani, come in una gara di sci. Ripeti 5 minuti, riposa e continua di nuovo.

Per il lombare

  • Muoviti con una tavola da nuoto, lavorando senza problemi con i piedi, a 100 metri.
  • Spingendosi lateralmente con i piedi, scivola dolcemente con la faccia in giù (indossando una maschera). Le gambe e le braccia sono parallele al corpo. Se non sai nuotare da solo, tieni duro il bordo.
  • Alzati di lato e afferralo con le braccia aperte. Con la schiena dritta, lavora intensamente con le gambe.
  • Sdraiato sulla schiena, allarga le braccia, fai respiri profondi, rilassa il corpo, respira lentamente.
  • Stare in piedi nell'acqua, piegare a sinistra ea destra 6 volte in ogni direzione a turno.
  • Tenendo i corrimani in acqua, accovacciarsi su ciascuna gamba 10 volte, quindi la stessa quantità su due gambe.
  • Tenendosi su un lato, tirare le gambe alla cintura 12 volte.

Gli esercizi 1-4 sono utili anche per i segmenti della cresta cervicale e toracica..

Conclusione

Il nuoto è un metodo efficace per prevenire e ripristinare la colonna vertebrale in caso di ernia del disco:

  • Tutti i componenti del sistema muscolo-scheletrico non sono caricati, rilassati e riposati.
  • Il nuoto ha meno controindicazioni rispetto ad altri trattamenti.
  • Dona piacere e migliora le condizioni di polmoni, cuore, sistema nervoso, normalizza i processi metabolici, aumenta l'immunità.
  • Solo gli allenamenti regolari di sei mesi per un'ora tre volte alla settimana portano benefici, nell'80% dei casi il recupero avviene dopo questo periodo.
  • Il dolore e gli spasmi muscolari con regolare esercizio fisico si ritirano dopo un mese.
  • È importante che il complesso delle procedure mediche nel pool sia sviluppato da uno specialista e condotto sotto la sua supervisione..

Nuoto con un'ernia della colonna lombare: i benefici e le caratteristiche delle classi

Un'ernia della colonna lombare è un processo patologico in cui viene diagnosticata una sporgenza del disco intervertebrale. Questa malattia richiede un approccio integrato al trattamento con farmaci, procedure fisioterapiche ed esercizi terapeutici. Nuotare con un'ernia della colonna lombare è altamente efficace, che deve essere eseguito in conformità con determinate regole..

Vantaggi e controindicazioni

Il nuoto con un'ernia è raccomandato da un gran numero di specialisti, poiché ha un effetto benefico sul corpo umano. Durante il periodo di esercizio, il carico viene rimosso dalla colonna vertebrale. Il nuoto consente di allenare lentamente i muscoli, il che aiuta a rafforzare il corsetto muscolare. Le regioni lombare, toracica e cervicale dopo un regolare allenamento sono in grado di sopportare completamente il carico.

Dopo che una persona visita la piscina, ha una riduzione della gravità del dolore. L'acqua ha un effetto benefico sull'attivazione dei processi di recupero nel corpo, il che consente di ottenere una remissione stabile del processo patologico. Nuotare regolarmente consentirà alla persona di allungare la colonna vertebrale. Con l'aiuto del nuoto, il flusso sanguigno a pieno titolo viene ripristinato nell'area della neoplasia. Aiuta a ridurre la tensione della rotazione.

Nonostante gli effetti benefici delle procedure idriche, sono caratterizzati dalla presenza di controindicazioni. È severamente vietato usare la manipolazione con un'esacerbazione del processo patologico. Le lezioni senza istruttore non sono raccomandate per il paziente.

Regole fondamentali

Affinché il nuoto con un'ernia della colonna vertebrale sia il più efficace possibile, si consiglia di eseguirlo in stretta conformità con alcune raccomandazioni. In primo luogo, al fine di garantire il corretto carico sul disco intervertebrale, si raccomanda di nuotare a dorso e strisciare. Questo assicurerà che i muscoli lombari siano completamente allenati. Tali stili eliminano lo stress eccessivo sui dischi intervertebrali..

In secondo luogo, durante il periodo di nuoto, una persona deve monitorare lo stato del suo corpo. Se un determinato esercizio provoca dolore o disagio, si consiglia di rifiutarlo. È necessario ricominciare alla fine di un mese, a condizione che il corsetto muscolare sia rafforzato.

Per garantire la massima efficienza di manipolazione, si consiglia di esercitarsi in piscine che dispongono di un sistema speciale che simula una vasca idromassaggio. Il massaggio con acqua fornisce un effetto positivo sui muscoli sotto forma di rilassamento e tonificazione..

Con un'esacerbazione della malattia, il paziente dovrebbe rifiutare di nuotare. Nelle condizioni di tale decorso della malattia, si possono osservare danni ai dischi e ai nervi vertebrali anche con movimenti regolari. Gli esercizi sono consentiti solo dopo aver raggiunto una remissione stabile della malattia.

Il volume e il tipo di carichi devono essere selezionati correttamente dal medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente. Ecco perché una persona, prima di iniziare le lezioni, deve sottoporsi a misure diagnostiche appropriate e consultare un medico..

Stili di nuoto ed esercizi di base

Il carico sul corpo umano è distribuito in modo non uniforme durante il nuoto. Dipende direttamente dallo stile di nuoto scelto. Per un'ernia della colonna lombare, si raccomanda di garantire che il carico sulla colonna lombare sia minimo. Esistono tre stili di nuoto che possono essere utilizzati nel corso del processo patologico:

  • Bras. Questa tecnica è calma, quindi è ampiamente usata per le neoplasie della colonna lombare. Un uomo nuota in una posizione prona. Allo stesso tempo, fa movimenti attivi con le braccia e le gambe. In termini di peculiarità dell'esecuzione dei movimenti, una persona assomiglia a una rana che nuota. Durante il periodo di nuoto, si raccomanda di assicurare che i movimenti degli arti superiori e inferiori siano uniformi. Inoltre, il paziente deve assicurarsi che la postura sia uniforme..
  • Sul retro. Questo è un metodo delicato, il cui uso è consentito con una varietà di attività fisiche nelle fasi iniziali dell'allenamento in acqua. Durante il periodo di nuoto, si osserva un rilassamento muscolare quasi completo. A causa dell'assenza di stress, la colonna vertebrale è allungata. Quando si utilizza questo metodo di nuoto, viene eliminata una posizione innaturale della colonna vertebrale. Il dorso offre l'opportunità di riposare dopo una giornata di lavoro.
  • Strisciare. Lo stile è utilizzato per i pazienti che hanno una buona forma fisica.

In caso di malattia, il nuoto può essere effettuato con o senza oggetti di scena. Si consiglia l'uso di una scheda speciale. La persona si siede sul tabellone e ripete lo stile dei delfini a una distanza di 10 metri. Successivamente, è necessario capovolgere sulla schiena e spostarsi con l'aiuto del movimento sincrono delle mani a una distanza di 400 metri.

Inoltre, a una distanza di 250 metri, ci muoviamo con il metodo di alternare i movimenti della mano. Prima della fine della sessione, si consiglia di nuotare con un tutore calmo a una distanza di 100 metri.

In assenza di oggetti di scena, si consiglia al paziente di nuotare sulla schiena. Le lancette possono essere lanciate in modo sincrono o alternato. Il nuoto libero può essere fatto con un gattonare o una rana. Nelle fasi iniziali del trattamento del processo patologico, si consiglia di nuotare 100-400 metri in una lezione. Nelle sessioni successive, si consiglia di aumentare gradualmente la distanza.

In piscina, puoi fare esercizi stando in piedi. I pazienti possono piegare il busto verso destra e sinistra, avanti e indietro. Si consiglia inoltre di eseguire diverse curve del corpo in diverse direzioni. In questo caso, non è consigliabile alzare le mani. Puoi tirare le gambe sul busto. Gli esercizi devono essere eseguiti sotto la supervisione di un istruttore, il che esclude la possibilità di complicazioni..

Se a un paziente viene diagnosticata un'ernia, non è consigliabile utilizzare il nuoto normale nelle fasi iniziali del trattamento. Durante questo periodo, il paziente, sotto la supervisione dell'istruttore, dovrebbe eseguire esercizi, in piedi in acqua fino alla vita. L'insieme di esercizi è sviluppato dal medico in base alla gravità del processo patologico e alle caratteristiche individuali del paziente. Con prestazioni regolari del complesso, verrà fornita un'estensione completa della colonna vertebrale.

Come nuotare correttamente in una piscina per il dorso

Per mantenere una colonna vertebrale sana, è necessario prestare particolare attenzione all'attività fisica. I carichi corretti aiutano a rafforzare i legamenti e i muscoli, rendere la schiena più flessibile e migliorare la postura. Esistono molte opzioni per l'attività fisica, ma il nuoto è il più ottimale. Non è inutile che ortopedici e vertebrologi nominino i loro pazienti per visitare la piscina: regolari sessioni di nuoto accelerano significativamente il processo di trattamento e sono considerate un'ottima prevenzione della ricaduta. Considera come nuotare correttamente in piscina per varie malattie della colonna vertebrale.

Quali sono i benefici del nuoto per la colonna vertebrale

La maggior parte dei problemi alla colonna vertebrale sono causati da un'errata distribuzione del carico, che comporta l'assottigliamento dei dischi intervertebrali, la compressione delle radici, il deterioramento del flusso sanguigno.

Gli esercizi di fisioterapia alleviano parzialmente la colonna vertebrale, ma il suo compito principale è quello di rafforzare la schiena, nonché di sviluppare articolazioni e apparati muscolo-legamentoso per aumentare la flessibilità. Inoltre, non tutti gli esercizi vengono dati facilmente al paziente e la prima volta: alcuni movimenti richiedono uno sforzo significativo e possono causare sensazioni dolorose.

A questo proposito, le lezioni in piscina hanno un enorme vantaggio: in acqua, il carico sulla colonna vertebrale è ridotto al minimo e i movimenti del nuoto aiutano a coinvolgere quasi tutti i gruppi muscolari senza provare disagio. Cioè, il nuoto ti consente di rilassarti ed esercitare contemporaneamente i tuoi muscoli. L'efficacia di tali esercizi è molte volte superiore a quella dell'educazione fisica ordinaria, pertanto nella maggior parte dei casi il recupero avviene più rapidamente.

Il nuoto ha altri aspetti positivi:

  • miglior coordinamento dei movimenti;
  • maggiore resistenza;
  • indurimento generale del corpo;
  • normalizzazione del cuore e dei polmoni;
  • maggiore flessibilità delle articolazioni e della colonna vertebrale;
  • postura migliorata;
  • alleviare lo stress emotivo.

Il luogo di occupazione è di grande importanza. Esistono differenze significative tra il nuoto in piscina e il mare aperto e non a favore della seconda opzione. Innanzitutto, la piscina può essere visitata regolarmente tutto l'anno (e gli esercizi regolari danno un risultato positivo), mentre il serbatoio aperto è disponibile solo nella stagione calda. In secondo luogo, il pool ha tutto il necessario per la corretta organizzazione delle lezioni e puoi sempre ottenere l'aiuto di uno specialista esperto..

Controindicazioni per il nuoto

Il nuoto ai fini del miglioramento della salute non ha restrizioni sull'età e sul livello di allenamento, ma ci sono alcune controindicazioni per motivi di salute:

  • gravi patologie del sistema cardiopolmonare;
  • malattie della pelle - eczema, dermatite e altri;
  • infezioni virali e batteriche;
  • esacerbazione di osteocondrosi, sciatica;
  • eventuali disturbi del sistema nervoso centrale.

Prima di iscriversi al pool, è necessario essere esaminati e consultare il proprio medico al fine di evitare effetti negativi sulla salute.

Per quanto riguarda l'incapacità di nuotare, questo non è affatto un ostacolo all'allenamento: con l'aiuto di specialisti, puoi imparare rapidamente a stare in acqua e padroneggiare le tecniche di base. Inoltre, ci sono serie speciali di esercizi in acqua, per i quali non è affatto necessario saper nuotare. Potrebbero nuotare leggermente meno efficace, ma dare comunque risultati migliori rispetto alle attività a terra..

A chi dovrebbero essere mostrate le lezioni in piscina

Il nuoto benessere può aiutarti ad affrontare la maggior parte dei problemi alla colonna vertebrale. A seconda della gravità della condizione, il corso del trattamento ha intensità e durata diverse e lo stile di nuoto viene selezionato individualmente, in base alla diagnosi.

Le indicazioni per visitare la piscina sono:

    curvatura della colonna vertebrale (lordosi, scoliosi, cifosi) di qualsiasi grado;

Di norma, per correggere la postura e la cifosi, si consiglia di nuotare sullo stomaco, senza lanciare energicamente le braccia. In caso di osteocondrosi ed ernia intervertebrale, è preferibile nuotare sulla schiena. Con la scoliosi, lo stile di nuoto viene selezionato in base alla localizzazione della curvatura, con un'enfasi sui movimenti asimmetrici di varie parti del corpo. Ora diamo un'occhiata più da vicino ai modi più popolari per allenare la colonna vertebrale in piscina..

Se vuoi sapere più in dettaglio come allungare la colonna vertebrale a casa, oltre a familiarizzare con gli esercizi di base, puoi leggere un articolo su questo sul nostro portale.

Come nuotare a beneficio della colonna vertebrale

Affinché il nuoto sia solo benefico, è necessario osservare alcune semplici condizioni..

    Non andare in piscina se non ti senti bene, come mal di stomaco, dolori, attacchi di nausea o febbre. Inoltre, non puoi nuotare a stomaco pieno: è meglio farlo prima dei pasti o 1,5-2 ore dopo aver mangiato.

Indipendentemente dallo stile scelto, è necessario iniziare le lezioni con un riscaldamento per preparare il corpo allo stress. Per fare questo, sulla terra, allenare le vertebre cervicali, inclinare la testa da un lato all'altro, muovere le braccia, fare diverse inclinazioni del corpo avanti e indietro, movimenti di rotazione in senso orario e indietro. Presta particolare attenzione al riscaldamento delle gambe: ruota i piedi alternativamente, fai squat.

Stili di nuoto di base per ernie del disco

Con un'ernia spinale, puoi ferire la schiena con qualsiasi movimento negligente, quindi non tutti gli stili di nuoto sono adatti a persone con tale diagnosi. L'enfasi principale dovrebbe essere sull'allungamento della colonna vertebrale, con uno stress minimo sul sito dell'ernia. Si consiglia di tenere le lezioni regolarmente 2-3 alla settimana, la durata della sessione è di almeno un'ora.

Lo stile più comune è il granchio. Devi nuotare sullo stomaco, alternativamente lanciando le braccia in avanti. Le pagaie con le gambe sono intense, ma corte; devi lavorare con gli stinchi e i piedi, mantenendo i fianchi uniti. Ad ogni colpo, la rotazione del corpo è minima, i muscoli delle spalle sono più coinvolti. Tieni la testa leggermente inclinata.

Video: come eseguire la scansione

Un altro stile popolare è la rana. Qui le braccia vengono espulse simmetricamente: prima in avanti, quindi estese ai lati e ai lati. Gli stessi movimenti vengono fatti con i piedi. Durante la corsa, solo le spalle si sollevano dall'acqua, la testa deve essere sempre inclinata. Quando raddrizzi il corpo, dovresti allungare il più possibile, cercando di mantenere la schiena, le braccia e le gambe in linea.

Video - Tecnica della rana

Il metodo di nuoto combinato offre risultati eccellenti. Le mani vengono espulse alternativamente, la testa è dritta, i movimenti delle gambe sono lisci con una breve ampiezza. Fai due colpi sullo stomaco, poi gira sulla schiena, un altro 1 colpo e gira di nuovo sullo stomaco. Puoi fare 2 colpi sullo stomaco, 2 sulla schiena, poiché è più conveniente per chi.

Ci sono tre modi per nuotare sulla schiena.

  1. Il primo è più semplice: esegui alternativamente colpi con le mani e lavora intensamente con i fianchi. La testa e il torace rimangono sempre al di sopra dell'acqua.
  2. Il secondo metodo è più difficile: le braccia devono essere raddrizzate dietro la testa e i palmi sono uniti, i movimenti vengono eseguiti solo con le gambe. È importante mantenere l'equilibrio e non girare il corpo da un lato all'altro. La testa e il torace devono rimanere al di sopra dell'acqua.
  3. Il terzo metodo prevede colpi simmetrici di rovescio con il corpo immerso nell'acqua. La principale difficoltà sta nella regolazione della respirazione, quando, con le onde delle braccia, la testa va sott'acqua.

Video - Dorso. Tecnica del gioco di gambe

Nelle prime lezioni, è sufficiente nuotare 150-200 metri per non sovraccaricare i muscoli. È necessario aumentare gradualmente la lunghezza, aggiungendo 50-70 metri ogni volta. Dopo la lezione, dovresti assolutamente rilassare la colonna vertebrale, semplicemente sdraiato sull'acqua. Puoi farlo a terra: alzati in piedi, allunga bene le braccia, piegati lentamente. Successivamente, è necessario sedersi, piegare la testa per sentire la tensione nei muscoli della schiena, fissare la posizione per 1 minuto. Quindi raddrizzare lentamente e allungare di nuovo bene..

Se vuoi sapere più in dettaglio come nuotare correttamente sulla schiena, oltre a considerare la descrizione della tecnica con istruzioni e suggerimenti, puoi leggere un articolo al riguardo sul nostro portale.

Nuoto per scoliosi e cattiva postura

Per migliorare la postura e raddrizzare l'arco scoliotico, si consiglia di nuotare sulla schiena per più tempo, il che consente di aumentare l'impatto sulle aree problematiche. Anche se nuotare sullo stomaco è anche utile e ci sono tecniche abbastanza efficaci per allineare la postura.

Fasi di esecuzioneDescrizione
Devi prendere un kalabashka (un dispositivo speciale sotto forma di un leggero galleggiante riccio), fissarlo tra gli stinchi o i piedi, raddrizzare le braccia lungo il corpo. Il torace e il viso dovrebbero sollevarsi sopra l'acqua. In questa posizione, devi imparare a tenere il corpo senza molto sforzo..
Sdraiato sulla schiena, è necessario eseguire intensi movimenti delle gambe. Le braccia si estendono lungo il corpo, il petto sporge sopra l'acqua. Per assicurarti che i movimenti del corpo siano corretti, puoi mettere un calabash sul petto: se non scivola nell'acqua, stai facendo tutto bene.
Per allenare il rachide cervicale, devi prendere un bicchiere di plastica, riempirlo fino alla metà con acqua e, sdraiato sull'acqua, metterlo sulla fronte. Muovendoti solo con i piedi, dovresti nuotare in modo che l'acqua dal bicchiere non schizzi.
Sdraiati sulla schiena, le mani si alternano dietro la testa in linea retta. I movimenti delle gambe sono moderati, il viso deve essere sempre sopra l'acqua.
Calabashka deve essere stretto con i piedi, quindi sdraiarsi sull'acqua con lo stomaco, trattenere il respiro e raddrizzare. Le braccia dovrebbero essere estese lungo il corpo. Rimani in questa posizione il più a lungo possibile.
Sdraiati sullo stomaco, le mani eseguono tratti simmetrici nella tecnica della rana, movimenti delle gambe - nella tecnica del gattonare. Con le onde della mano, il corpo si alza sopra l'acqua, la testa si abbassa in avanti.
Il nuoto con la rana viene eseguito: le braccia vengono simmetricamente proiettate in avanti e divaricate, lo stesso movimento si ripete con le gambe.

Le file dovrebbero essere fatte mentre inspiri, raddrizzandoti mentre espiri. Se senti dolore o disagio, devi rotolarti sulla schiena e rilassare i muscoli, sdraiarti per alcuni minuti. Con una curvatura di 2 e 3 gradi, è necessario esercitarsi sotto la supervisione di un trainer per evitare complicazioni di salute.

Esercizi in acqua per la colonna vertebrale

Questi esercizi sono fantastici per i principianti in quanto non richiedono molte abilità di nuoto. Con il loro aiuto, puoi alleviare rapidamente la tensione dalla colonna vertebrale, rafforzare la schiena e imparare a regolare correttamente la respirazione. Prima di allenarti, assicurati di fare un leggero riscaldamento per riscaldare i muscoli e poi nuota sullo stomaco per alcuni minuti senza aderire a una particolare tecnica.

Fasi di esecuzioneDescrizione
Stai con l'acqua che copre le spalle ed estendi entrambe le braccia davanti a te. Mentre inspiri, allarga le braccia ai lati e avvicina le scapole, mentre espiri, torna alla posizione di partenza. Ripeti circa 10 volte.
La posizione è la stessa, solo le braccia sono divaricate. Mentre inspiri, abbassa le braccia fino ai fianchi, mentre espiri, riportale indietro.
Stai dritto, raddrizza le braccia lungo il corpo. Mentre inspiri, tira indietro le spalle in modo che le scapole si uniscano, mentre espiri, riportandole indietro.
Vai sul lato della piscina e, tenendolo con le mani, sdraiati sullo stomaco sull'acqua. Cercando di mantenere il tuo corpo in linea, spingi delicatamente via dal lato e di nuovo tirati su di esso.
Premi la schiena contro il lato e appoggia gli avambracci. Alza le gambe e fai l'esercizio "bike".
Afferrando il lato con le mani, ci sdraiamo sull'acqua con lo stomaco ed eseguiamo movimenti simmetrici di "rana" con le gambe: uniamo le ginocchia, pieghiamo le gambe, le allargiamo e riconnettiamo.
Tenendosi su un lato, spingere il corpo fuori dall'acqua usando i muscoli della schiena e delle braccia, quindi abbassarsi di nuovo. La parte posteriore dovrebbe rimanere diritta, le gambe si piegano delicatamente quando si tocca il fondo della piscina.

Dopo aver completato gli esercizi, è necessario rilassare la colonna vertebrale e i muscoli. È meglio farlo sdraiati sulla schiena: allungare le braccia lungo il corpo e muovere delicatamente le gambe per alcuni minuti..

Video - Come nuotare correttamente nella piscina della colonna vertebrale

Cultura fisica - cliniche a Mosca

Scegli tra le migliori cliniche in base alle recensioni e al miglior prezzo e fissa un appuntamento

Centro medico "Mositalmed"

  • Ricevimento dal 700
  • Neurologia dal 700
  • Fisioterapia da 155

Come nuotare in una piscina con un'ernia della colonna vertebrale

Il nuoto è un grande sport. Fa bene alla salute, alla bellezza della figura, ma non molte persone sanno che nuotare con un'ernia della colonna lombare aiuta ad alleviare efficacemente il dolore e ad alleviare i muscoli della schiena.

Perché si verifica mal di schiena?

Una persona trascorre la maggior parte del tempo durante il giorno in posizione verticale. Cammina, si siede, si alza e in questo momento sia la pressione atmosferica che la forza di gravità influenzano la colonna vertebrale. La situazione è aggravata se una persona è in sovrappeso, quindi il carico sulla colonna vertebrale aumenta in modo significativo.

A causa di un carico eccessivo, lo spazio tra i dischi si restringe, i dischi vengono compressi e il nucleo polposo viene spostato in qualsiasi direzione. Il processo del suo spostamento si chiama sporgenza. Questo processo è accompagnato da un forte dolore, pizzicamento delle radici nervose ed è manifestato da sintomi neurologici..

Se in questo momento l'attività fisica non viene fermata, il nucleo gelatinoso, che trattiene la sporgenza, viene distrutto. Ecco come si forma un'ernia intervertebrale.

Trattamento

Il trattamento dell'ernia intervertebrale comprende terapia farmacologica, esercizi di fisioterapia, fisioterapia, massaggio, agopuntura. Nuotare con un'ernia della colonna lombare diventerà anche un assistente indispensabile per sbarazzarsi del dolore..

I principali metodi e medicinali per la terapia farmacologica saranno prescritti da un medico e l'adesione a raccomandazioni rigorose è la principale garanzia di successo nel trattamento. Per l'intera durata del trattamento, oltre che dopo, è necessario controllare il carico sulla colonna vertebrale. Ma come si possono rafforzare i muscoli della schiena durante la terapia, mentre l'attività fisica deve essere limitata? Ginnastica correttiva e nuoto sono le migliori opzioni. Nuotare con un'ernia della colonna lombare dovrebbe essere considerato in modo più dettagliato.

Nuoto

L'acqua riduce significativamente il peso del corpo umano e, di conseguenza, diminuisce il carico dinamico sulla colonna vertebrale. Ciò riduce la pressione sui dischi intervertebrali. Durante le lezioni, tutti i gruppi muscolari vengono rafforzati, i muscoli della schiena sono coinvolti e i movimenti del corpo nella piscina contribuiscono ad allungare la colonna vertebrale, che di per sé è un effetto curativo.

Metodologia per l'allenamento in acqua

Quando si iniziano le lezioni in piscina, è necessario seguire la regola principale: qualsiasi allenamento in piscina deve essere avviato con un riscaldamento a secco. Un riscaldamento a secco è progettato per riscaldare i muscoli. Questo riscaldamento contribuirà ad aumentare la circolazione sanguigna, riscaldare i muscoli, darti vigore e sarà di ovvio beneficio nella preparazione per il nuoto. Devi scendere in acqua con movimenti fluidi, con molta attenzione.

Stili di base

Il nuoto correttivo per un'ernia della colonna vertebrale risolve quasi tutti gli stili, ma la preferenza dovrebbe essere data a quanto segue:

Lo stile a farfalla non è indicato per i pazienti con problemi alla schiena. Questo stile è piuttosto impegnativo ed è adatto solo a chi nuota professionalmente. Inoltre, questo stile è caratterizzato da movimenti molto bruschi e maggiore stress sulla colonna vertebrale. Facendo ampi movimenti durante il nuoto delle farfalle, è possibile sovraccaricare la parte bassa della schiena, che è la principale controindicazione in presenza di patologia della colonna vertebrale, specialmente nel caso di un'ernia intervertebrale.

  1. Rana di nuoto

Lo stile della rana è raccomandato per scoliosi, osteocondrosi, lordosi ed ernie della colonna lombare. La rana è una tecnica di nuoto calma, il movimento attraverso l'acqua avviene a una velocità piuttosto lenta, ma con le patologie della colonna vertebrale, specialmente con un'ernia intervertebrale, la velocità di nuoto non è necessaria. Nuotare in questo stile non richiede molta forza da una persona e gli dà l'opportunità di dedicare molto tempo all'allenamento in acqua. Per ottenere un buon effetto dall'esercizio fisico, è necessario lavorare contemporaneamente con l'aiuto di tutti i muscoli del corpo e mantenere la schiena in una posizione orizzontale uniforme..

Si raccomanda quando il corpo è già abbastanza forte dopo il trattamento ed è preparato per uno sforzo fisico intenso. Questo fatto è spiegato dal fatto che il gattonare si distingue per la velocità e l'energia della tecnica e richiede l'applicazione di sforzi muscolari. Se il paziente ha un tono muscolare indebolito e ha problemi respiratori, deve nuotare con un gattonare con grande cura..

Il tipo di nuoto più calmo e quindi più efficace è lo stile dorso. I muscoli durante l'esercizio fisico ricevono lo stesso carico in tutte le parti e non vi è praticamente alcun effetto negativo sui dischi vertebrali. Il dorso usa tutti i muscoli del corpo. Evitando lo stress eccessivo, nuotare sulla schiena può sviluppare una buona velocità. L'importante è non imbattersi in altri visitatori della piscina mentre nuota in questa posizione. Il dorso è un buon modo per rilassarsi sull'acqua se la persona ha già nuotato in uno stile diverso, più energico. Quando ti rilassi sull'acqua, tutti i muscoli del corpo riposano, la colonna vertebrale si allunga, è il dorso che è adatto per iniziare gli allenamenti in piscina per le persone con problemi alla colonna vertebrale.

Anche la fine dell'allenamento è importante. Per evitare la sovraestensione della colonna vertebrale, devi prima rotolarti dalla schiena e solo dopo affondare sul fondo della piscina.

In caso di domande o difficoltà durante l'allenamento in piscina, il paziente può sempre essere aiutato da un istruttore esperto che si trova nelle vicinanze. Non solo il nuoto aiuta a rafforzare la struttura della colonna vertebrale e dà un buon effetto curativo per l'ernia. La ginnastica in acqua è un metodo terapeutico eccellente per le patologie spinali. L'esercizio corretto fornirà rilassamento dei muscoli della schiena, eliminando il pizzicamento delle radici nervose e alleviando il dolore..

E 'Importante Conoscere La Gotta